Brescia, questione stadio: Cellino incontra i suoi progettisti, gli australiani non stanno a guardare

Il presidente Cellino ha infatti incontrato il prefetto Attilio Visconti, ieri era allo stadio per un sopralluogo insieme anche al comandante dei vigili del fuoco, mentre oggi incontrerà i suoi progettisti

0
Rigamonti
Rigamonti

Giornate calde a Brescia in merito alla questione del nuovo , con voci che continuano a rincorrersi. Il presidente Cellino, infatti, dopo aver incontrato il Attilio Visconti, si è recato allo stadio per un sopralluogo insieme al comandante dei del fuoco, mentre oggi vedrà i suoi progettisti.

L’idea del patron sardo – secondo le indiscrezioni – è la seguente: ampliamento della Curva Nord a 5mila posti (la struttura attuale è di proprietà di Infront e probabilmente non ci sarà una proroga) e installazione di una struttura in tubolari più vicina al campo (Curva Sud e settore ospiti), dove mettere – ovviamente divisi – gli ospiti e i tifosi di casa non abbonati. Il presidente vorrebbe anche costruire alcuni skybox in tribuna, mentre gli uomini del Gos avrebbero chiesto una stanza apposita nella quale poter prendere decisioni in caso di emergenza.

Nel frattempo anche gli australiani non rimangono a guardare. Ieri hanno incontrato il sindaco Emilio Del Bono, mentre oggi pomeriggio presenteranno il loro progetto in Camera di Commercio.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome