La Mille Miglia fa tappa a Siena: in vetta l’Alfa di Moceri e Bonetti

Temperatura mite, con un bel sole primaverile a baciare la carrozzeria delle auto d’epoca. Tanto entusiasmo lungo le strade del centro storico senese

0
Un'immagine dell'edizione 2017 della Mille Miglia, foto da pagina Facebook ufficiale
Un'immagine dell'edizione 2017 della Mille Miglia, foto da pagina Facebook ufficiale

È la città di Siena ad ospitare le vetture della trentasettesima edizione della 1000 Miglia per la pausa pranzo durante questa penultima giornata di gara. Dopo essere partiti da Roma di primo mattino, gli equipaggi hanno parcheggiato intorno alle 12:30 le vetture in Piazza Il Campo, episodio unico nella storia di 1000 Miglia.

Temperatura mite, con un bel sole primaverile a baciare la carrozzeria delle auto d’epoca. Tanto entusiasmo lungo le strade del centro storico senese, affollate di curiosi, appassionati e turisti.

La terza tappa potrebbe essere quella decisiva e, dopo la prova di precisione 77 – Campiglia Orcia 8, si posiziona in testa alla classifica il duo composto da Giovanni Moceri e Daniele Bonetti (Team Alfa Romeo), a bordo di una Alfa Romeo 6C 1500 SS del 1928, con 54879 punti. Con un distacco di 545 lunghezze, segue l’equipaggio di Andrea Vesco e Andrea Guerini (Team Villa Trasqua), con una Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato del 1929, in seconda posizione con 54334. Chiude il podio una new entry rispetto le graduatorie precedenti, che supera il duo Tonconogy-Ruffini: si tratta della O.M. 665 S SUPERBA 2000 del 1926, guidata da Alberto Riboldi e Paolo Sabbadini, piazzata momentaneamente al terzo posto, con 53405 punti.

Emanuele Maria Tabacchi, è il figlio di Dino Tabacchi, patron di Perini Navi. Grande appassionato di automobili sui social è conosciuto come @powerslidelover. Partecipa alla competizione a bordo di una stupenda Ferrari 750 Monza del 1955 e dichiara: “Ieri è stata una bella giornata con strade quasi sempre scorrevoli, bei paesaggi e grazie al bel tempo, anche noi con le barchette, c’è la siamo potuta godere. Oggi abbiamo visto posti ancora più belli, la Toscana, Siena e spero di divertirmi ancora di più sul passo della Augusta”.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome