Torbiere invase dalla plastica, l’1 giugno la seconda giornata di pulizia

L'area delle lamette in contatto con il lago d'Iseo, una delle aree di maggior pregio naturalistico della Riserva naturale Torbiere del Sebino, è invasa dalla plastica

0
Le torbiere di Iseo
Le torbiere di Iseo

Un’altra giornata di pulizie alla Riserva naturale Torbiere del Sebino per liberare acque e piante dai rifiuti.

“L’area delle lamette – scrive l’ente gestore della Riserva in una nota stampa – in contatto con il lago d’Iseo, una delle aree di maggior pregio naturalistico della Riserva naturale Torbiere del Sebino, è afflitta da quello che sembra uno dei problemi ambientali più impattanti del ventunesimo secolo: la plastica”.

Già lo scorso anno si è dato avvio ad una serie di iniziative volte a preservare il patrimonio naturalistico della Riserva: quest’anno l’attività di bonifica continua e sabato 1 giugno è prevista la seconda giornata di pulizia del 2019.

L’intervento durerà dalle 8 alle 12, con ritrovo al porto del Lido Sassabanek alle 8.

Questa importante seconda operazione è frutto di una convenzione tra l’Ente Gestore, il Gruppo Sub Iseo, il Comune di Iseo e l’Autorità di Bacino. Collaboreranno le associazioni di volontariato, tra le quali Associazione Gruppo Sub Iseo, Amici della Riserva, ATLS Iseo, Legambiente Franciacorta, unitamente ai liberi cittadini volontari.

“È necessario continuare l’attività di pulizia in maniera costante e periodica – afferma la presidente della Riserva Emma Soncini -. Intanto stiamo collaborando anche con la Prefettura di Brescia per trovare soluzioni a questo annoso problema.” (Oggi in Prefettura un tavolo per discutere della questione).

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome