In comunità per truffa era violenta con i coinquilini: ora è in carcere

La donna non si trovava lì per scelta: era stata affidata in prova ai servizi sociali e messa nella comunità dai giudici in seguito a diversi reati

0
Carabinieri
Carabinieri

Una russa di 47 anni è finita in carcere con l’accusa di aver tenuto comportamenti antisociali e perfino violenti nei confronti dei coinquilini della comunità in cui si trovava.

La donna, va precisato, non si trovava lì per scelta: era stata affidata in prova ai servizi sociali e messa nella comunità dai giudici in seguito a diversi furti e ai danni di anziani. Ma non ha rigato dritto e il tribunale le ha revocato la misura degli arresti domiciliari. Ora per lei si sono aperte le porte del carcere.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome