Treni, Legambiente denuncia: ancora chiusa la linea Rovato-Bornato

Gli ambientalisti: "Arriva l’estate, arrivano i turisti e per almeno altri 4 mesi la linea Rovato- Bornato resterà chiusa al traffico ferroviario"

0
Trenord, foto generica
Trenord, foto generica

“Anche quest’estate si viaggerà sugli autobus. Continueranno a farlo buona parte dei pendolari delle linee soppresse il 9 dicembre scorso e tra queste, le otto coppie di treni della linea Rovato-Bornato. Lo splendido tratto, riaperto qualche anno, fa rimarrà ancora chiuso”. A lanciare l’accusa è una nota del  Circolo Legambiente basso Sebino.

“Il piano d’emergenza di Trenord – si legge nel comunicato – di 140 treni al giorno soppressi, doveva cessare a Giugno. Verrà invece mantenuto per altri 3 mesi fino a Settembre. Il miracolo non c’è stato. La puntualità di Trenord non è cresciuta  e le soppressioni dei treni sono rimaste consistenti. Arriva l’estate, arrivano i turisti e per almeno altri 4 mesi la linea Rovato- Bornato resterà chiusa al traffico ferroviario”.

“Tutti – continuano gli ambientalisti – parlano di mobilità sostenibile e della necessità di ridurre il traffico automobilistico, la congestione e l’inquinamento dell’aria sul Sebino, ma poi ogni weekend il parcheggio diventa sempre più selvaggio. Sembra di essere a Gardaland e non sulle sponde di un lago dal delicato contesto naturale, da preservare e non da depredare. I sindaci si devono organizzare. La mobilità sostenibile è strategica per il lago d’Iseo e la crescita delle presenze deve essere governata e non lasciata alla spontaneità dei visitatori”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome