Emergenza ambientale sul Sebino: un mix di idrocarburi e alghe uccide i pesci

Ieri le acque del lago nel porto vecchio di Pisogne hanno assunto varie strane colorazioni

0
moria di pesci nella Riserva delle Torbiere del Sebino
moria di pesci nella Riserva delle Torbiere del Sebino, foto da ufficio stampa

È di nuovo emergenza ambientale sul Sebino: ieri le acque del lago nel porto vecchio di Pisogne hanno assunto varie strane colorazioni e alcuni residenti della zona hanno notato l’ennesima morìa di pesci.

Tutto è iniziato con una macchia oleosa e fluorescente, che è poi divenuta di colore giallastro ed è dunque virata verso una tonalità verde. Ma non solo l’acqua ha cambiato colore, ha pure visto modificarsi la consistenza diventando un miscuglio di alghe, sedimenti e residui organici provenienti dal fondo del lago. Insomma, non certo un bello spettacolo per chi ama tanto il lago d’Iseo.

Secondo alcune fonti – la notizia è riportata da Bresciaoggi – a causare la presenza della macchia oleosa potrebbe essere stato uno sversamento di idrocarburi proveniente da uno sfioratore, poi coperta dalle alghe e dagli altri elementi lacustri per via delle alte temperature e dell’acqua semi stagnante dell’area.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome