Acque Bresciane, ecco il nuovo cda: Delbarba confermato presidente

Il presidente sarà affiancato da Mario Bocchio, Teresa Federici (entrambi riconfermati), Marco Franzelli e Roberta Sisti

0
ECONOMIA A BRESCIA - Gianluca del Barba - diritti Andrea Tortelli
ECONOMIA A BRESCIA - Gianluca del Barba - foto Andrea Tortelli

Acque Bresciane in fase di chiusura del mandato aveva presentato all’assemblea dei Sindaci numeri importanti che certificavano la solidità del progetto industriale del gestore unico del servizio idrico in Provincia di Brescia: 75,5 milioni di euro di valore della produzione (ricavi), 17,9 milioni di euro Il margine operativo lordo (EBITDA), 13,4 milioni di euro gli ammortamenti, 2,3 milioni di euro il risultato netto di chiusura esercizio, 265,4 milioni di euro l’attivo patrimoniale della società e 61 milioni di Euro di patrimonio netto. Indicatori molto significativi i quali, chiudendo l’esercizio 2018 hanno consolidato alcune novità importanti come ad esempio l’Acquisizione di alcuni Comuni della Valcamonica oppure ancora l’integrazione del ramo idrico ex Garda Uno. Un’eredità importante, dunque, quella che si troverà ad affrontare il nuovo Cda di Acque Bresciane, nominato stamane dall’assemblea dei soci (gruppo Cogeme, gardauno, provincia di Brescia e Sirmione servizi) e che vede ancora alla presidenza Gianluca Delbarba, già protagonista di quest’ultimo triennio e che da oggi (per altri tre anni) sarà affiancato da Mario Bocchio, Teresa Federici (entrambi riconfermati), Marco Franzelli e Roberta Sisti. Massimo Botti, Leonardo Sardini e Paola Bulferetti compongono il Collegio Sindacale riconfermato all’unisono.

Il nuovo Cda si troverà a gestire un’azienda a totale capitale pubblico concessionaria del S.I.I sino 2046, con 242 dipendenti, suddivisi tra le sedi operative di Brescia, Rovato, Padenghe e Sirmione, 92 comuni gestiti per 530mila abitanti equivalenti, 3.790 km di reti dell’acquedotto, 2.200 km di reti fognarie. Una struttura organizzativa perfettamente integrata e rafforzata anche grazie alla politica degli investimenti sopra la media nazionale: 46,60 Euro annui ad abitante rispetto ai 37,10 della media nazionale nel settore idrico.ue

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome