Desenzano, rubavano borse e valigie dalle auto in sosta: 5 indagati

I ladri prendevano di mira le auto dei turisti in villeggiatura o di passaggio che lasciavano i loro effetti personali all’interno dell’abitacolo

0
Ladri d'auto in azione
Ladri d'auto in azione

Rubavano borse, valigie, computer e altri oggetti personali dalle automobili in sosta a Desenzano i cinque soggetti di nazionalità italiana e di origine rom individuati dagli agenti del Commissariato di Polizia di Desenzano.

Dalle indagini è emerso che i cinque ladri appartengono a due diversi gruppi criminali: un gruppo è composto da marito e moglie domiciliati a Lonato del Garda, entrambi di 35 anni e con pregiudizi per reati contro il patrimonio, ed il secondo formato da padre di anni 66, figlio di anni 31 e fidanzata di quest’ultimo di anni 25, residenti a Bolzano ma di fatto domiciliati a Desenzano del Garda e con precedenti per reati contro il patrimonio.

A fare le spese dell’attività criminale dei cinque individui erano soprattutto turisti in villeggiatura o di passaggio che per disattenzione o necessità lasciavano i loro effetti personali all’interno dell’abitacolo.

Perquisizioni domiciliari, servizi di appostamento, analisi di filmati di videosorveglianza cittadina ed individuazioni fotografiche da parte di soggetti informati sui fatti e persone offese hanno permesso alla Polizia di individuare i responsabili dei furti, ora indagati in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Brescia.

Nelle perquisizioni effettuate nelle abitazioni degli indagati è stata inoltre rinvenuta diversa refurtiva tra cui numerosi capi d’abbigliamento ancora muniti di etichetta con codice a barre da cui si è potuto risalire ai vari punti vendita nei quali la merce era stata sottratta illegalmente. I ladri sono quindi stata indagati anche per ricettazione.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome