Stop ai nomadi in aree agricole, la Regione pronta alla linea dura

Limite fissato in 24 ore: la trasgressione del divieto comporterà, oltre a una sanzione pecuniaria di 500 euro, anche l'obbligo di sgombero

0
Fabio Rolfi (Lega)
Fabio Rolfi (Lega)

La V commissione del Consiglio regionale della Lombardia ha approvato, su proposta degli assessori (Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi) e Pietro Foroni (Territorio e protezione civile) un emendamento alla ‘Legge regionale 12′ che prevede il divieto di sosta o permanenza per oltre 24 ore di roulotte e camper nelle aree agricole. Ora il provvedimento per concludere definitivamente il suo iter dovra’ essere approvato dall’Aula consigliare.

“Basta campi nomadi nelle aree agricole. I campi devono essere utilizzati per attivita’ agricole e non come luogo per improvvisare accampamenti. Questa norma garantira’ un uso corretto del nostro territorio e rappresenta un ulteriore elemento in difesa della sicurezza delle nostre comunita'” hanno commentato Rolfi e Foroni.

La trasgressione del divieto comportera’, oltre a una sanzione pecuniaria di 500 euro, anche l’obbligo di sgombero e di ripristino dello spazio occupato.

“Troppo spesso abbiamo visto accampamenti temporanei diventare poi definitivi anche con il benestare di alcune amministrazioni comunali compiacenti che riconoscevano la permanenza con la residenza anagrafica. Ora grazie alla Regione Lombardia si fara’ chiarezza: stop ai nomadi nei campi lombardi” concludono i due assessori. Tale divieto non sara’ applicato agli usi agrosilvopastorali.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome