In quattro picchiano un 18enne che chiede loro di tacere: lui rischia un occhio

Quando il bus si è fermato, in via Marconi di Calcinato, l'indiano è sceso e i minorenni lo hanno seguito, fino ad arrivare a colpirlo in faccia con un casco

2

Un 18enne di origine indiana è finito in ospedale, dove lunedì sarà operato, semplicemente per aver ripreso alcuni ragazzi che si stavano comportando maleducatamente su un autobus. E’ accaduto lunedì scorso e sulla vicenza stanno emergendo nuovi dettagli, che rendono ancora più grave l’episodio.

Erano circa le 19.30. Il giovane, dopo essere stato al centro commerciale Il Leone di Lonato, è salito su un bus navetta gratuito per tornare a casa, nella Bassa. Purtroppo per tutti sullo stesso mezzo c’era anche un gruppo di ragazzini, che creavano scompiglio con maleducazione e bestemmie. Quando però il 18enne ha chiesto loro di abbassare la voce i quattro, tutti di Calcinato, hanno iniziato a insultarlo e spingerlo, incuranti della presenza di diversi testimoni.

Quando il bus si è fermato, in via Marconi di Calcinato, l’indiano è sceso e i minorenni lo hanno seguito, fino ad arrivare a colpirlo in faccia con un casco e a ferire anche la madre del 18enne, intervenuta in suo soccorso. La donna non ha riportato particolari ferite, ma la giovane vittima è stata ricoverata con un serio trauma all’occhio. Lunedì sarà operato.

Nel frattempo le forze dell’ordine si sono messe al lavoro per rintracciare i quattro. La speranza è che, anche grazie alle telecamere, gli autori del gesto siano individuati in fretta e – se le circostanze saranno confermate – puniti in maniera esemplare.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome