Nadia Toffa: 72mila firme per intitolarle un reparto dell’ospedale di Taranto

Pochi, in terra bresciana, sanno che la bresciana - scomparsa il 13 agosto 2019 a causa di un tumore - aveva un legame davvero particolare con Taranto

2
Nadia Toffa con una maglietta con la scritta in dialetto tarantino, foto da Change.org

Pochi, in terra bresciana, sanno che la bresciana – scomparsa il 13 agosto 2019 a causa di un tumore – aveva un legame davvero particolare con il Comune di Taranto, tanto che il consiglio comunale aveva deciso di conferirle la cittadinanza onoraria “per le sue battaglie in difesa della salute dei tarantini, e dei bambini in particolare modo, ostantemente minacciata dall’inquinamento del polo siderurgico”.

Proprio da lì, dopo la sua morte, è partita una petizione on line che chiede di dedicare all’ex Iena il reparto Oncoematologico Pediatrico dell’ospedale di Taranto. “Credo che sia giusto dare a questo reparto il suo nome, per ringraziarla l’impegno e la speranza che ha regalato ai genitori e bimbi di Taranto poco fortunati”, si legge nella petizione lanciata su Change.org. A firmarla sono state ben 72mila persone. E non è detto che l’obiettivo ora non possa essere raggiunto.

Comments

comments

2 Commenti

  1. […] All’inizio del 2019 il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci aveva anche conferito la cittadinanza onoraria alla giornalista bresciana, come riconoscimento dell’impegno di Nadia per sensibilizzare gli italiani sulla questione dell’ex Ilva e per sostenere la raccolta fondi con cui è stato aperto un nuovo reparto di oncologia pediatrica per la cura e la diagnosi dei tumori infantili all’ospedale tarantino, tanto che dopo la scomparsa della Toffa è stata anche avviata una raccolta firme per intitolarle un reparto d…. […]

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome