🔴 Allarme Ranitidina indiana, l’Aifa dispone il divieto d’uso tutti i farmaci

La Ranitidina viene utilizzata per il trattamento del reflusso gastroesofageo, dell’ulcera, della sindrome di Zollinger-Ellison

2
Farmacia a Brescia
Farmacia, foto d'archivio

Con un comunicato lanciato sul proprio sito, l’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco, ha disposto, a scopo precauzionale ed in attesa delle opportune analisi, l’immediato blocco e il divieto di utilizzo su tutto il territorio nazionale, nonchè il ritiro dalle farmacie e dalla catena distributiva, di tutti i lotti di medicinali contenenti il principio attivo ranitidina.

La Ranitidina viene utilizzata per il trattamento del reflusso gastroesofageo, dell’ulcera, della sindrome di Zollinger-Ellison e di altre affezioni in cui lo stomaco secerne una quantità elevata di acidi.

Il provvedimento si è reso necessario, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, a seguito alla presenza di un’impurezza denominata N-nitrosodimetilamina (NDMA) riscontrata nel principio attivo ranitidina prodotto presso l’officina SARACA LABORATORIES LTD – INDIA. La stessa Aifa invita infine i farmacisti a veicolare tali informazioni, che saranno pubblicate sul proprio sito, ai pazienti. Il ritiro non deve generare timore nei pazienti ma, semmai, rafforzare la certezza che vengono adottate tutte le misure atte a garantire e sorvegliare la sicurezza dei farmaci.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome