Trofeo Tartaruga: il mezzo pubblico batte l’auto nei tempi di percorrenza

La bicicletta si conferma dominatrice del trofeo, percorrendo il giro in soli 25 minuti e staccando lo scooter di 3 minuti

0
Autobus di Brescia Trasporti, foto generica
Autobus di Brescia Trasporti, foto generica

Nel contesto della European Mobility Week ieri si è svolto il Trofeo tartaruga, iniziativa promossa da Legambiente. Quest’anno per la prima volta, dopo la tradizionale sfida tra i vari mezzi di trasporto per vedere quale sia il più rapido nella mobilità urbana, è partita una gara podistica con oltre 150 partecipanti.

Alla sfida bresciana tra i vari mezzi di trasporto hanno partecipato:

– L’assessore Federico Manzoni, utilizzando il mezzo pubblico;
– Paolo Gaffurini e Agostino Pasquale Coluzzi, in bicicletta;
– Danilo Scaramella, scooter
– Chiara Faraglia, auto elettrica

I partecipanti hanno dovuto fare una simbolica “spesa sostenibile” partendo da Campo Marte, per poi andare in Largo Formentone dove li aspettava la bici di OrtoCiclo, proseguire per ANIMO – cucina naturale in viale Europa e poi tornare alla partenza.

La bicicletta si conferma dominatrice del trofeo, percorrendo il giro in soli 25 minuti e staccando lo scooter di 3 minuti. La vera sorpresa però è nella parte bassa della classifica, dove per la prima volta nella storia del trofeo il mezzo pubblico (40 minuti) è arrivato prima dell’auto (49 minuti).

“È un dato significativo – commentano i rappresentanti dell’associazione ambientalista – perché dimostra che l’auto non è solo la scelta peggiore dal punto di vista ambientale, ma anche da quello logistico”.

Dopo l’arrivo dei testimonial ha avuto avvio il primo “trofeo tartaruga – manifestazione podistica”. Oltre 150 pedoni e podisti hanno partecipato all’evento, ripercorrendo le orme dei testimonial e colorando la città.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome