Gavardo, profanata una tomba al cimitero

La scoperta di quanto accaduto è stata fatta da un'anziana che ieri mattina si era recata al campo santo

0
Cimitero
Cimitero

Tanto sconcerto a Gavardo per quanto accaduto, nella notte tra sabato 21 e domenica 22 settembre, nel cimitero comunale: una tomba, infatti, è stata profanata.

La scoperta di quanto accaduto è stata fatta da un’anziana che, ieri mattina, si era recata al campo santo. Ad essere presa di mira la tomba di un benzinaio di 63 anni morto nel 2001. Pezzi di lapide, la bara a terra e aperta con la salma visibile: questo lo scenario. Sul posto sono quindi giunti i carabinieri della compagnia di Salò, la Polizia Locale e la Scientifica.

Dopo le del caso, si è scoperto che il benzinaio non aveva ombre nel suo passato, né nulla che possa in qualche modo spiegare il gesto. Per questo quanto fatto alla sua tomba ha creato ancora più sgomento.

I militari hanno deciso anche di analizzare il passato di alcuni familiari, scoprendo che – così riferisce Bresciaoggi – un parente dell’uomo si era suicidato alcuni giorni dopo essere stato interrogato in relazione un duplice omicidio avvenuto a Carzago di Calvagese della Riviera. Non ci sono collegamenti, però, che leghino le due vicende.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome