Balotelli dopo la Juve: lavorare duro per avere ciò che si merita

Contro la Juve Mario ha fatto vedere solo una parte del campione che è: ha dimostrato generosità e dato il suo contributo, ma non è andato in rete

0
Un'immagine di Mario Balotelli da Instagram

“A volte il lavoro fatto non si vede la prima volta, la seconda o la terza. Ma – credimi – continua a lavorare duro e ogni giorno più duramente ed avrai ciò che meriti”. Non sembrano dette a caso le parole che il campione del ha messo nero su bianco su Instagram poche ore fa.

Un messaggio in inglese (“Sometimes Work doesn’t show the first or the second or third time but belive me keep working hard and harder day by day and you will own what you deserve”) che ha il sapore di un autoincitamento dopo la prova – discreta, ma forse sotto le attese – di martedì.

Contro la Juve, infatti, Mario ha fatto vedere solo una parte del campione che è: ha dimostrato generosità e dato il suo contributo alla squadra, ma non è andato in rete. Una prova già da sufficienza per chi non giocava dallo scorso 24 maggio e si trovava di fronte i più forti del campionato. “Orgoglioso e fiero dei miei compagni e tifosi. Grazie a tutti e forza Brescia”, così aveva commentato il calciatore, sempre su Instagram, subito dopo il match, da cui era uscito visibilmente intristito. Ma ora è il tempo di tornare a lavorare e Balotelli sembra più convinto che mai di voler trovare il riscatto proprio nella sua Brescia.

BALUTELLI FUMAVA? NO, BACIAVA IL CROCIFISSO

Ma prima c’era stato anche spazio per una piccola polemica, che peraltro appare subito spenta. In alcune immagini televisive, infatti, si è visto il calciatore posare le labbra su un oggetto rivolto al proprio box. Stava fumando, hanno ipotizzato in molti. Ma così non era. Balotelli, infatti, stava baciando un crocifisso che porta sempre con sé come ricordo del padre adottivo, scomparso nel luglio 2015. A lui aveva anche promesso che sarebbe ritornato in Nazionale: un sogno che continua.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome