Basket, Brescia parte col piede giusto: battuta Reggio nella prima di campionato

La Germani Basket Brescia nell’esordio in campionato supera 90-82 una coriacea Grissin Bon Reggio Emilia, incamerando i primi due punti della stagione

0
Tyler Cain, Germani Basket Brescia - Grissin Bon Reggio Emilia partita di campionato LBA serie A, Brescia 25 settembre 2019. Ph Fotolive Simone Venezia (foto da ufficio stampa)

Se partire con il piede giusto era importante, farlo di fronte al proprio pubblico era quasi categorico: missione compiuta per la Germani , che nell’esordio in campionato supera 90-82 una coriacea Grissin Bon Reggio Emilia, incamerando i primi due punti della stagione.

Alla sirena finale, è festa al PalaLeonessa A2A, riempito da 3.500 caldi spettatori, curiosi di vedere all’opera la nuova creatura guidata da Vincenzo Esposito. E la Leonessa non li ha traditi: merito di un inizio dalle marce alte (massimo vantaggio di 12 lunghezze sul 21-9), con un attacco caratterizzato da grande energia e da una discreta precisione, e di una ripresa sofferta, giocata con il coltello tra i denti, preludio di un finale in crescendo.

Dall’81-79 a proprio favore, infatti, la Germani ha avuto la forza di piazzare il pugno del ko ai propri avversari, che non hanno avuto più la forza di rialzarsi e rispondere. Il contrario di quanto avvenuto nel secondo quarto (30-22 il parziale a favore degli emiliani), quando la precisione nel tiro dall’arco (7/12 all’intervallo lungo) aveva permesso agli ospiti di rientrare pienamente in partita.

Il finale, dunque, è a tinte biancoblu. Quello che serviva per iniziare la stagione con il sorriso, sapendo che il processo di crescita della Germani 4.0 è ancora lungo e irto di ostacoli, ma che potrà avvenire con tranquillità e serenità d’animo. Tutti remano dalla stessa parte: i giocatori (23 punti di Lansdowne, 15+8 rimbalzi di Horton, 15 di Cain, 13 di Sacchetti), lo staff tecnico, la società e i tifosi. È con questa unità di intenti che si può provare a fare qualcosa di grande, un passo dopo l’altro. Il primo è stato compiuto.

“Il timore e il rispetto che avevamo nei confronti di Reggio Emilia sono stati confermati – afferma coach Vincenzo Esposito a fine partita -. Abbiamo affrontato una squadra di esperienza e talento, che darà fastidio a molti. La vittoria di questa sera vale tanto, anche se è solo la prima”.

“Sono contento di tante cose, quella maggiore è la reazione ai black-out importanti che abbiamo avuto durante la gara: per una squadra nuova non è così scontato – prosegue l’allenatore campano -. Abbiamo avuto momenti di negatività, correvano il rischio di smarrirci. Il fatto che questo non è accaduto vuol dire che il nostro è un gruppo che ha già qualcosa in cui crede”.

“La strada per crescere è lunga, in pratica abbiamo fatto tre preparazioni diverse – conclude Esposito -. Non è stato semplice, complimenti ai ragazzi per quello che hanno fatto. Dobbiamo imparare a evitare i black-out, avere più consistenza difensiva e rimanere all’interno delle regole, specie quando giochiamo con squadre dal grande talento offensivo. La strada è lunga, ma il fatto che d’ora in poi giocheremo ogni tre giorni potrà accelerare il nostro processo di crescita”.

GERMANI BASKET BRESCIA-GRISSIN BON REGGIO EMILIA 90-82 (27-18, 49-48, 68-67)

Germani Basket Brescia: Zerini (0/1, 0/1), Abass 5 (1/3, 1/3), Cain 15 (7/11), Vitali 4 (2/3, 0/1), Laquintana 7 (1/1, 1/1), Lansdowne 23 (5/12, 3/6), Guariglia, Horton 15 (3/3, 3/8), Moss 8 (3/4), Sacchetti 13 (4/5, 1/2). All: Esposito

Grissin Bon Reggio Emilia: Johnson-Odom 22 (4/7, 3/5), Fontecchio 8 (2/4, 1/5), Pardon 5 (2/3), Candi 11 (1/3, 3/5), Poeta 5 (0/1, 1/2), Vojvoda 5 (0/1, 0/2), Infante ne, Soviero ne, Owens 8 (4/6, 0/1), Upshaw 10 (2/4, 2/4), Diouf ne, Mekel 8 (3/7). All: Buscaglia
Arbitri: Biggi, Bongiorni e Belfiore

Note: Tiri da 2: Brescia 26/43 (61%), Reggio Emilia 19/37 (51.4%) | Tiri da 3: Brescia 9/22 (41%), Reggio Emilia 11/24 (46%) | Tiri liberi: Brescia 11/20 (55%), Reggio Emilia 11/20 (55%) | Rimbalzi: Brescia 38 (29 RD, 9 RO), Reggio Emilia 30 (25 RD, 5 RO)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome