Brebemi, inaugurati i distributori di gas naturale liquefatto

I distributori di GNL si trovano nelle aree di servizio di A35 Brebemi Adda Nord e Adda Sud a Caravaggio

0
distributore LNG
distributore LNG

Sono stati inaugurati ieri i distributori di GNL (gas naturale liquefatto o LNG liquefied natural gas) e CNG (Compressed Natural Gas o metano per auto), già in funzione da qualche giorno, nelle aree di servizio di Adda Nord e Adda Sud a Caravaggio.

All’inaugurazione hanno partecipato l’assessore alle infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile di Regione Lombardia, Claudia Maria Terzi, l’assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Mattinzoli, il presidente di A35 Brebemi, Francesco Bettoni e il presidente di Socogas, Renzo Zucchi.

Il GNL è un prodotto economico e a basso impatto ambientale che viene sempre più utilizzato in diversi settori, in particolare per il trasporto stradale pesante. Il Gas Naturale Liquefatto, usato per le flotte di mezzi, permette per esempio una riduzione di emissioni di CO2 del 15% rispetto ai carburanti tradizionali, degli ossidi di azoto del 50% e arriva a ‘zero emissioni’ per il particolato e gli ossidi di zolfo, oltre a permettere un fondamentale risparmio di costi del 43% rispetto al gasolio.

In Italia sono già più di 2 mila i camion in circolazione alimentati a GNL e la sua diffusione è stata molto rapida negli ultimi anni, in particolare per il trasporto stradale pesante, con una crescita velocissima della rete delle stazioni di rifornimento (erano 38 a fine 2018) oltre ad aver ottenuto diverse manifestazioni di interesse per sviluppare nuove infrastrutture nelle aree portuali per servire anche le navi.

“Queste aperture che prevedono l’avvio della distribuzione di carburanti “green” sia per mezzi pesanti che per auto – afferma il presidente di A35 Brebemi, Francesco Bettoni – sono un ulteriore passo avanti concreto verso la decarbonizzazione, nel solco di quel processo di innovazione e attenzione all’ambiente che A35 Brebemi sta perseguendo dalla sua progettazione e che, grazie ad altri progetti “green” in corso, la vedono in prima linea per poter diventare, nel giro di qualche anno, la prima autostrada ad economia circolare d’Europa”.

“Il Gruppo Socogas, con una rete di circa 100 stazioni di servizio, è da sempre attenta alle nuove tecnologie per preparare un futuro in cui la mobilità ecosostenibile dovrà correre parallela allo sviluppo economico – dichiara Renzo Zucchi, presidente Socogas. Nelle aree di servizio di A35, in cui era imprescindibile il metano gassoso per le auto, abbiamo ritenuto necessario inserire anche il GNL per gli automezzi pesanti, in perfetta linea con le politiche innovative da sempre condivise con Brebemi”.

Che cos’è il GNL
IL GNL (o LNG in inglese) è gas naturale costituito principalmente da metano che, attraverso una serie di processi di raffreddamento e condensazione, viene liquefatto. In condizioni di temperatura idonee, circa -160°C, può essere stoccato allo stato liquido in appositi contenitori e trasportato ovunque, anche nelle zone non raggiunte dalla rete del metano (in montagna, in campagna e nelle isole). Durante il processo di liquefazione il suo volume si riduce di ben 600 volte e ciò permette di immagazzinare una grande quantità di energia in poco spazio. Il GNL ha grandi potenzialità di utilizzo sia in ambito civile (usi industriali e domestici) sia come carburante per i trasporti marittimi e terrestri. Gli impianti Socogas disporranno di GNL e CNG (Compressed Natural Gas = Metano Auto). Infatti il GNL se non è mantenuto a -160° tende a gasificare e quindi si trasforma di nuovo nel caso che tutti conosciamo come Metano. Le nostre aree di servizio dispongono sulla corsia 2 di erogatori multiprodotto in modalità servito dove l’automobilista può rifornirsi di Benzina, Benzina prestazionale, Gasolio, Gasolio prestazionale o Metano auto. I punti vendita attivi in Italia sono circa 50 e 30 sono in fase di costruzione. Nella viabilità autostradale l’unico punto vendita che dispone di GNL al momento è sulla Area di Servizio di Baronissi (Salerno) su un raccordo non a pagamento.

A35 Brebemi è il collegamento autostradale direttissimo tra Brescia e Milano, la via più veloce e sicura tra le due città. L’infrastruttura, attiva dal 23 luglio 2014, ha un’estensione di 62,1 km a cui sono state aggiunte la stazione di esazione di Castegnato e le rampe di interconnessione con l’autostrada A4. L’autostrada è raggiungibile dalla città di Brescia attraverso l’autostrada A4 (prendendo la rampa di uscita dopo Brescia Ovest in direzione “A35 Milano – Linate), la Tangenziale Sud di Brescia e la SP19 oppure utilizzando la nuova A21 (Corda Molle). I caselli dell’autostrada sono sei: Chiari Ovest, Calcio, Romano di Lombardia, Bariano, Caravaggio e Treviglio. Superato l’ultimo casello di Treviglio, ci si immette nell’A58 Tangenziale Est Esterna Milano (TEEM) che consente all’A35 Brebemi di raggiungere la A1 all’altezza di Melegnano, la A4 all’altezza di Agrate, Linate e l’Area Metropolitana di Milano tramite due svincoli, a destra, Pozzuolo Martesana e a sinistra Liscate, che sboccano rispettivamente sulla SP103 Cassanese e sulla SP14 Rivoltana. A35 Brebemi ha ricevuto tre importanti riconoscimenti internazionali, in Usa e UK, quale miglior project financing infrastrutturale.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome