Su Italia 1 il video testamento di Nadia Toffa: “Non contano gli anni, ma come vivi”

Durante la trasmissione Le Iene verrà trasmesso il video testamento di Nadia Toffa: un filmato voluto dalla iena bresciana nel mese di agosto del 2018

1
Nadia Toffa alle Iene
Nadia Toffa alle Iene

Quello di domani sera sarà un momento toccante per molti. Durante la trasmissione Le Iene di martedì 1 ottobre, infatti, verrà trasmesso il video testamento di Nadia Toffa: un filmato voluto dalla iena bresciana – scomparsa il 13 agosto a causa di un tumore al cervello – nel mese di agosto del 2018.

Nadia, come si sente nell’anteprima pubblicata dal sito della trasmissione, ha convocato a casa sua uno degli autori della trasmissione (Giorgio Romiti) chiedendo di poter girare un filmato “a sorpresa”. Ne è uscito un video di circa 20 minuti in cui Nadia – seduta nella cucina di casa sua – racconta il difficile anno che si stava per chiudere. Consapevole che difficilmente avrebbe sconfitto il male.

Rispondendo alla domanda sul perché di quel video, infatti, Nadia ha dichiarato: “Perché in questo ultimo anno sono cambiata tantissimo. Non è il quanto vivi, ma come vivi. Quando muore una persona, trovo stupida la domanda: quanti anni aveva? Non contano gli anni, ma se hai vissuto intensamente. Io sto facendo il possibile per ritardare la mia morte, tutte le cure possibili. Vedremo quanto tempo avrò ancora, ma non credo molto”.

Le Iene andranno in onda dalle 21.15 su Italia1. A Nadia Toffa, lo ricordiamo, è stato recentemente intitolato un reparto dell’ospedale di Taranto.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. […] Ma a commuovere è stato soprattutto il video di 20 minuti voluto da Nadia il 21 dicembre del 2018. Una sorta di testamento filmato in cui la giornalista bresciana – visibilmente provata dalla malattia, ma sorridente – dalla cucina della sua abitazione ha lasciato agli spettatori il suo messaggio di speranza, sottolineando tra l’altra che non è la durata, ma la qualità della vita a fare la differenza. […]

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome