Eventi a Brescia: sabato c’è notte bianca della Cultura, musica e musei aperti

Un percorso nei luoghi emblematici della cultura e dell’arte di Brescia, nelle piazze storiche e in quelle novecentesche, fra sale museali e spazi urbani reinventati

0
BRESCIA ROMANA - gli scatti del fotografo Giorgio Baioni su www.bsnews.it (gennaio 2017)

Tutto pronto per la Notte della Cultura di sabato 5 ottobre. Un percorso nei luoghi emblematici della cultura e dell’arte di Brescia, nelle piazze storiche e in quelle novecentesche, fra sale museali e spazi urbani reinventati, per un fitto programma di iniziative all’insegna del leitmotiv “Brescia, la luna e tu”.

Una notte con un ampio preludio pomeridiano pensato in particolare per i più piccoli, con le letture e i laboratori di ABiBook presso la Nuova Libreria Rinascita (dalle 16.30), l’incontro con l’autrice appena undicenne del libro fantasy “Le cronache dell’Awad” in Biblioteca Queriniana (ore 17), la parata danzante dei surreali personaggi di “Invasioni lunari” nel cortile del Broletto (alle 19.15).

Giovani in prima fila non solo fra il pubblico ma anche protagonisti di tanti appuntamenti. Una menzione particolare per il Liceo classico Cesare Arici, che ogni anno coinvolge i suoi studenti (e i docenti) in questa speciale serata. Alla loro voce e interpretazione sarà affidata la lettura di alcuni interludi che accompagneranno tre conferenze (a cura dei docenti) sul motivo dell’utopia e del sogno nelle letterature classica (ore 18, 20.45 e 21.45). La creatività e le aspirazioni di giovani studenti salgono in passerella con gli abiti della collezione Metaphysics, ispirata alle opere di Giorgio De Chirico, disegnata e realizzata dai ragazzi dell’Istituto Machina Lonati (cortile del Broletto, alle 19 e alle 20). Giovanissimi anche i musicisti dell’orchestra Violini Saporiti, una compagine di 55 elementi nata da un progetto di SìMusica, le cui note e armonizzazioni creeranno il suggestivo commento musicale al video realizzato dai partecipanti alle attività di Avisco e ispirato alla luna (Broletto, ore 21).

Continuiamo a parlare di musica, perché sarà molta e di altissima qualità quella presente durante la Notte del 5 ottobre. Musica barocca al Palazzo Martinengo delle Palle (via San Martino della Battaglia, ore 17) con un trio proposto dall’Associazione Filarmonica Isidoro Capitanio, raffinata musica jazz al chiostro dell’Università statale in San Faustino con il quartetto  Jazz Cortex (ore 19, in collaborazione con AIRNO, nell’ambito della settimana neuro-oncologica bresciana), musica anni ‘70 e ‘80 – tra punk e post punk, dai Joy Division ai Cure – a Carme, per ritrovare lo slancio creativo di quegli anni. E poi ancora jazz, con la Brixia Art Orchestra che, in un grande cinema open-air in Broletto (ore 21.30), accompagna e commenta, con partiture originali e con rivisitazioni e omaggi ai padri celebri di questo genere musicale, alcuni capisaldi e capolavori del cinema di fantascienza di inizio Novecento.

Vasta l’offerta artistica e museale, con l’apertura straordinaria dalle 20 a mezzanotte del Museo di Santa Giulia, del Parco archeologico, della Pinacoteca Tosio Martinengo, del Museo Diocesano e di Palazzo Martinengo. I civici, in particolare, con il progetto Open Arts di Fondazione Brescia , propongono nelle sale e nei chiostri momenti di interazione e dialogo fra il patrimonio e altre espressioni artistiche: danza (Museo di santa Giulia, dalle 21.15 alle 23.30), musica rinascimentale inglese (Pinacoteca, dalle 20.30 alle 22), letteratura (Teatro romano, dalle 20 alle 23.30), ciascuna con la propria particolare ispirazione o rimando alla luna.

La luna è il fulcro tematico anche della mostra viene inaugurata proprio il 5 ottobre alle 18 al MoCa. Un omaggio al nostro astro e all’estro degli artisti che vi si sono ispirati, sia nelle forme più colte che in quelle decisamente pop.

Luna, stelle e cosmo non perdono la loro fascinazione fuori dall’arte. Per saperne di più su dove siamo arrivati con la ricerca spaziale e astrofisica, sulle difficoltà e le sfide che questa continuamente affronta e ci pone, il programma della Notte include diversi interessantissimi appuntamenti con scienziati e ricercatori: Patrizia Caraveo alle 17 in piazza Vittoria, Massimo Della Valle alle 19 all’Ateneo di via Tosio, Federico Nuti alle 21, in piazza Vittoria. Per chi vuole fare esperienza diretta di osservazione del cielo, l’Unione Astrofili Bresciani sarà a disposizione con i propri potenti telescopi nel Viridarium del Museo di Santa Giulia dalle 21.30 a mezzanotte (cielo permettendo).

Agli studi astronomici pre-moderni è dedicata la piccola ma preziosa mostra realizzata dai bibliotecari presso la Biblioteca Queriniana, in via Mazzini, dove sarà possibile ammirare alcune antiche edizioni di testi scientifici, spesso riccamente illustrati, del Quattro e Cinquecento.

Si terranno anche monologhi teatrali, esibizioni di canto lirico nel magnifico Ridotto del Teatro Grande, visite guidate in centro storico, gallerie aperte, un’installazione artistica collettiva in piazza Vittoria, una performance di danza in Broletto, cinema al Nuovo Eden.  E tanto altro ancora.

Insomma, tante proposte per scoprire o riscoprire il ricchissimo patrimonio della nostra città, conoscere alcune delle numerose  e bravissime realtà che creano e promuovono arte e cultura sul nostro territorio, vivere la città in modo creativo e partecipato.

Una serata speciale, accompagnati dalla luna, per solleticare nuovi stimoli e interessi, da coltivare poi ogni giorno dell’anno.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome