🔴 Ergastolo della patente: primo caso di ritiro a vita in Italia

0

E’ il primo caso di “ergastolo della patente”, cioè di ritiro a vita del documento di guida a un uomo colpevole di omicidio stradale. La sentenza è arrivata nei giorni scorsi a Milano, dove un 56enne appartenente ai carabinieri ha patteggiato sei mesi di carcere, con la revoca della patente, per aver provocato nel 2017 un incidente stradale in cui perse la vita un motociclista milanese di 32 anni. Secondo l’accusa il 56enne aveva improvvisamente svoltato, obbligando la vittima a inchiodare e provocandogli la caduta fatale. Per questo, ora, non potrà più guidare alcun tipo di autovettura.

“Un’altra tragedia si è consumata tra le strade milanesi, senza che i nostri appelli siano stati ascoltati – commenta il Codacons in una nota – Da anni ci battiamo affinché siano abbassati i limiti di velocità in città, che contribuirebbe significativamente ad abbassare il numero di incidenti mortali. Chiediamo al Ministero dei Trasporti pene più severe per chi commette omicidi sulle strade, e maggiori controlli, soprattutto in prossimità degli incroci più pericolosi. Con interventi mirati si può sconfiggere una vera e propria piaga che funesta il nostro paese.”

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome