Pesca di frodo nel lago d’Iseo: recuperate altre due reti

0
Intervento di un sommozzatore dei Vigili del fuoco in acqua - Ph Fotolive/Richard Morgano
Intervento di un sommozzatore dei Vigili del fuoco in acqua - Ph Fotolive/Richard Morgano

Una si trovava a più di 60 metri di profondità nelle acque del lago d’Iseo, l’altra a 40 metri. Due reti per la pesca di frodo, come altre già rinvenute nel Sebino in passato, sono state recuperate sabato dalla ausiliaria, dalla di Bergamo e dai sommozzatori del gruppo Ncd.

Erano stati proprio i sub del gruppo Ncd a individuare le due reti, a circa 50 metri dalla costa davanti a Tavernola Bergamasca.

Per recuperare le due reti è stato necessario agganciarle ad un pallone che è poi stato riempito d’aria affinchè potesse emergere dall’acqua.

L’attività è stata coordinata dalla Guardia costiera ausiliaria ed effettuata dai sub Ncd e dalla Polizia provinciale di Bergamo, a cui spetta il compito anche dello smaltimento delle reti.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome