Presunti maltrattamenti gli animali, sigilli ad un negozio di Coccaglio

0
zampe di un cane
Zampe di un cane - foto generica

Bisognerà chiarire alcuni aspetti, tanto che i reati contestati al titolare sono ancora in via di definizione, ma intanto sono già stati posti i sigilli al negozio di toelettatura per di  Coccaglio.

Le ipotesi di reato vanno dal maltrattamento di animali alla truffa.

Secondo quanto emerso durante le indagin,i nel negozio potrebbero essere avvenuti maltrattamenti ai danni degli animali che invece secondo la dichiarazione di intenti pubblicata sulla pagina Facebook del negozio avrebbero dovuto ricevere solo attenzioni e cure.

Il blitz delle forze dell’ordine – che ha coinvolto di Cologne, forestali di Iseo, tecnici di Ats e dell’Ispettorato del lavoro – ha inoltre portato al sequestro di undici di razza cuccioli, che pare fossero in cattive condizioni.

Altri animali sono poi stati trovati sul retro del negozio e nell’abitazione del titolare dell’attività, che conservava nei locali commerciali anche medicinali, antibiotici e materiale per l’inserimento di microchip, attività che l’uomo non avrebbe potuto svolgere in assenza del titolo di medico veterinario.

Le indagini proseguiranno per chiarire tutti i contorni dell’attività del negozio e delle eventuali irregolarità.

Non è la prima volta che nel bresciano un’attività che commercia animali finisce nel mirino della procura.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome