Università, la prorettrice Speranza riceve la laurea honoris causa in Svizzera

0
Grazia Speranza, prorettrice Università di Brescia
Grazia Speranza, prorettrice Università di Brescia

Venerdì 15 novembre l’Università di Friburgo, in Svizzera, su proposta della Facoltà di scienze economiche e sociali, conferirà, nell’ambito della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico, la laurea honoris causa alla prof.ssa Grazia Speranza, prorettrice vicaria dell’Università degli Studi di Brescia.

Un importante riconoscimento all’attività di ricerca della prof.ssa Speranza, ordinario di ricerca pperativa e presidente dell’IFORS (International Federation of Operational Research Societies), già presidente di EURO (Association of European Operational Research Societies) e di TLS (Transportation Science and Logistics Society). Autrice di oltre 200 articoli scientifici pubblicati in riviste e volumi internazionali, responsabile editoriale di numerose riviste scientifiche, speaker e membro nei comitati scientifici dei più importanti convegni internazionali del settore, la prof.ssa Speranza è riconosciuta a livello nazionale e internazionale come una delle scienziate più autorevoli nel settore delle scienze applicate. Dal 2016 figura tra le cento migliori esperte italiane di «Stem» (acronimo di Science, Technology, Engineering and Mathematics), selezionate dalla banca dati online 100esperte.it, promossa dall’Osservatorio di Pavia e dall’associazione di Giornaliste GiULiA.

«La nostra comunità universitaria è fiera del prestigioso riconoscimento accademico che verrà conferito alla Prof.ssa Grazia Speranza – dichiara il Rettore, prof. –. È un evento che innanzitutto premia il valore scientifico della Prof. Speranza, ma anche un momento importante per il nostro Ateneo, dove Grazia ha condotto da molti anni le sue ricerche e formato moltissimi giovani. A questa attività si è sempre affiancato, con generosità, un diretto impegno nella gestione universitaria, come Preside e Prorettrice vicaria, in passato e dall’inizio del mio mandato».

«È con orgoglio che ricevo questa onorificenza accademica – dichiara la Prof.ssa Speranza –. È un riconoscimento importante alla mia attività di ricerca e all’impegno profuso nelle associazioni scientifiche. Ho molto lavorato nel corso degli anni per l’affermazione della mia disciplina in Europa e nel mondo, e questo prestigioso titolo premia la mia carriera accademica e la mia visibilità internazionale».

L’attività di ricerca della prof.ssa Speranza è orientata allo studio di modelli di ottimizzazione a variabili miste intere. Tali modelli sono stati applicati a numerosi problemi, in particolare nell’area della finanza, dove la decisione da prendere riguarda come investire un capitale in titoli con l’obiettivo di minimizzare il rischio dell’investimento garantendo un dato rendimento medio, e nell’area del trasporto e della logistica, dove la decisione riguarda ad esempio scelte di localizzazione o di distribuzione o di instradamento con l’obiettivo di minimizzare i costi. Le ricerche più recenti riguardano il valore della collaborazione e la mobilità sostenibile, il trasporto a domanda, la logistica urbana, il car sharing, il coordinamento di flussi di traffico.

Giovedì 14 novembre, all’Università di Friburgo, la prof.ssa Speranza terrà la Lectio Magistralis “Operations research for sustainability in transportation and logistics”. Saranno discusse le più recenti linee di ricerca nell’ambito dei trasporti e della logistica, e il loro positivo impatto sull’ambiente.

Tra i Dottorati Honoris Causa dell’Università di Friburgo si annoverano Juan Carlos Re di , Mario Botta e Roberto Saviano.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome