Bassa, 48enne pestato a calci e pugni dai ladri in azienda

0
Carabinieri
Carabinieri, foto generica

Se l’è cavata con ferite guaribili in cinque giorni, ma avrebbe potuto finire molto peggio la disavventura di un imprenditore 48enne che, nelle scorse ore, è stato vittima di un’aggressione da parte dei ladri sorpresi a rubare nella sua aziendaa.

I fatti risalgono a inizio settimana. I tre malviventi erano entrati abusivamente nella ditta di autotrasporti di Pavone Mella, nella Bassa Bresciana: il proprietario li ha sorpresi mentre stavano cercando di andarsene con una bici del valore di mille euro e i ladri non hanno esitato a ricorrere alla fuga per darsi alla fuga. In tre si sono scagliati contro il 48enne, prendendolo a calci e pugni e provocandogli anche una ferita al capo, per guadagnarsi la fuga. Ma l’uomo è riuscito a bloccare uno dei ladri e ad avvisare i carabinieri.

In manette, con l’accusa di rapina aggravata, è così finito un 19enne senegalese residente a Ghedi. Mentre un 19enne marocchino si è costituito poche ore dopo. All’appello manca ancora il terzo complice, ma potrebbe avere le ore contate.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome