Valcamonica: cercatore di funghi da salvare, ma era un’esercitazione

0
Esercitazione del Soccorso Alpino a Cimbergo, in Valle Camonica, foto ufficio stampa

Nell’attività di alcuni tipi di interventi si ripresentano con una certa frequenza. È il caso, per esempio, delle operazioni di ricerca e salvataggio di cercatori di funghi, di persone che si sono infortunate durante il lavoro o mentre svolgevano attività di diverso genere nel bosco, compreso l’escursionismo.

Nei giorni scorsi la stazione di Media Valle della V Delegazione Bresciana ha predisposto una esercitazione improntata proprio su questo genere di situazione. I tecnici hanno simulato la presenza di una persona infortunata nei boschi del Volano, nel territorio del comune di Cimbergo, in Valle Camonica. Sono state approfondite, in particolare, le manovre che riguardano la parte sanitaria, con l’assistenza di un infermiere del Cnsas. Il figurante doveva essere immobilizzato nel modo corretto, per salvaguardarlo durante lo spostamento con la barella portantina in una zona impervia. Quando infatti il ferito ha diversi traumi, diventa indispensabile procedere con la massima cautela e sapere esattamente come trattarlo, sia durante le azioni messe in atto per per immobilizzarlo, sia nel momento della movimentazione, che avviene spesso in condizioni critiche, come la pendenza marcata del terreno, pioggia e suolo scivoloso, buio o altro.

“La formazione sanitaria – sottolinea un comunicato stampa – è uno degli aspetti più rilevanti per un soccorritore del Cnsas. La verifica periodica permette di apprendere tutti i passaggi e di sperimentarla in contesti del tutto simili a quelli reali, in fase d’intervento”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome