Allarme Planking Challenge a Montichiari: è una fake news?

1
planking-challenge
Planking Challenge, foto generica dal web

Se fosse davvero una sarebbe comunque una buona notizia. Ma purtroppo non pare esserlo.

Secondo quanto riferisce il quotidiano Bresciaoggi, infatti, sarebbe una bufala l’allarme lanciato a Montichiari per la diffusione di episodi di «planking challenge», una folle sfida messa in scena da ragazzini che si sdraierebbero sull’asfalto per poi rotolare lontano dalle auto in corsa solo all’ultimo secondo. Ma le sfide alle auto in corsa (anche se da in piedi…) restano un allarme diffuso.

Le folli gare importate dai social e dal mondo web avrebbero costretto , e a presidiare il territorio per verificare la presenza di tali eventi, di cui però non sarebbe stata registrata alcuna traccia. Stando alle verifiche delle forze dell’ordine – riferisce sempre Bresciaoggi – l’episodio incriminato, quello avvenuto in via Mantova e che avrebbe dato il via alle polemiche (e alla preoccupazione di tanti genitori ed educatori), sarebbe stato in realtà solo “un momento di gioco” di un gruppo di adolescenti alunni delle scuole medie.

Tutto tranquillo dunque? Per niente. Sul web, infatti, si stanno moltiplicando le testimonianze di utenti che parlano di ragazzini impegnati a sfidare le auto per gioco (basta guardare anche tra i commenti ai post di BsNews.it per leggere di un altro, presunto, caso). Non solo: “Era tutto fatto per sfidare gli automobilisti. Inoltre mi è successo più di una volta”, ribadisce su Facebook una testimone dei fatti di Montichiari nei commenti alla notizia di Bresciaoggi su un post Facebook. Insomma: i ragazzini in questione non erano sdraiati, ma – stando alle testimonianze – il loro potrebbe non esssere stato semplicemente un gioco inconsapevole, bensì una sfida ad alto rischio, che somiglia molto alle challenge che circolano on line. Forse non è planking (sdraiata), ma in piedi (anche se non ci risulta esista un termine ad hoc per definire quella variazione nella challenge). Di certo, purtroppo, poco cambia nella sostanza.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome