Germani Brescia Leonessa subito in campo, a Ljubljana crocevia decisivo per le sorti in EuroCup

0
Luca Vitali,Germani Brescia Leonessa - Darussafaka Tekfen Istanbul 7DAYS EuroCup, Brescia 23 ottobre 2019. Ph Fotolive Simone Venezia
Luca Vitali,Germani Brescia Leonessa - Darussafaka Tekfen Istanbul 7DAYS EuroCup, Brescia 23 ottobre 2019. Ph Fotolive Simone Venezia

Neanche il tempo di metabolizzare l’esito della partita di campionato giocata a Treviso che la Germani Brescia Leonessa torna in campo, respirando nuovamente l’aria della 7DAYS EuroCup. A sole 48 ore di distanza dall’impegno del PalaVerde, la squadra di Esposito affronterà una gara cruciale per il proprio destino continentale, facendo visita al Cedevita Olimpija Ljubljana.

La trasferta in Slovenia ha i contorni del crocevia sul cammino europeo della Germani: un successo ottenuto nella bella e accogliente Arena Stožice (è l’impianto che ospitò la fase finale di EuroBasket 2013) avrebbe i crismi della qualificazione alle Top 16, la seconda fase di EuroCup, anche se l’eventuale aritmetica dipenderebbe dal risultato della sfida tra Kazan e Nanterre.

L’avversario che Brescia dovrà fronteggiare, però, è in grande forma e dopo i grandi risultati ottenuti in campionato (attualmente il Cedevita è primo nella Lega Adriatica in compagnia del Buducnost), ha iniziato a ingranare anche in EuroCup, mettendo in riga Darussafaka (a Istanbul) e Kazan.

Dopo un girone d’andata da dimenticare, nel quale è rimasto completamente a secco, il Cedevita Olimpija ha ingranato le marce alte, prendendosi lo scalpo delle due favorite del Girone C, Darussafaka e Unics Kazan.

I due recenti successi hanno permesso alla squadra slovena di alimentare le proprie speranze di qualificazione, anche se la squadra biancoverde da qui alla fine delle gare del girone non avrà alcun margine di errore. Il quintetto allenato da Slaven Rimac sembra però essere in grado di reggere bene la pressione che deriva da questa situazione, confortato dai risultati raggiunti in campionato (sei vittorie e una sola sconfitta) e dai recenti successi in coppa.

L’occasione persa a Treviso non deve minare la fiducia della Germani, che arriva all’impegno dell’Arena Stožice con la consapevolezza di giocarsi un primo, importante match point in vista della qualificazione alle Top 16.

Piuttosto, uno dei fattori che Brescia dovrà essere capace di limitare è la stanchezza, sia fisica che mentale, data dal fatto che la partita in terra slovena si gioca a sole 48 ore di distanza da quella disputata sul parquet del PalaVerde.

La parola d’ordine per riuscire a fare risultato a Ljubljana è continuità: in Slovenia, infatti, serve una Leonessa che resti concentrata per tutti i 40′, che sia abile a controllare le inevitabili sfuriate degli avversari, desiderosi di prendere le redini del match sin dalla palla a due, e che sia capace di piazzare quella zampata che a Treviso è mancata per mancanza di precisione e per l’incapacità di cavalcare fino in fondo i momenti positivi della partita.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome