Benessere e sclerosi multipla: appuntamento il 30 novembre in AISM

0
attività di benessere per persone con sclerosi multipla
attività di benessere per persone con sclerosi multipla - fonte AISM

È naturale provare un sentimento di impotenza di fronte a una cronica e imprevedibile come la sclerosi multipla (SM). Soprattutto quando si è giovani. Ed è altrettanto naturale a un certo punto sentire l’esigenza di sperimentare, in parallelo con le efficaci terapie offerte dalla medicina, strade alternative coltivando la speranza di ottenere un po’ di benessere fisico e psicologico, se non addirittura il sollievo dai sintomi difficili da sopportare.

Saranno dunque le discipline di benessere, indirizzate al miglioramento della qualità di vita della persona con SM, il tema di discussione dell’incontro promosso sabato 30 novembre nella sede provinciale di in Strada Antica Mantovana 112.

È noto che debolezza, difficoltà a muoversi o a stare in equilibrio possono indurre una persona con sclerosi multipla a rinunciare a priori a dedicarsi a pratiche come lo yoga o altre attività motorie, per paura di farsi del male o per evitare di sentirsi in imbarazzo di fronte agli altri.

Talvolta, invece, si raccontano le storie di persone con SM che potendolo fare corrono, nuotano per chilometri, arrampicano, sollevano pesi. Tra queste non vi sono però persone che fanno autocateterismo, con problemi sfinterici, di deambulazione o che soffrono di fatica cronica.

La sclerosi multipla ha mille facce ed è diversa da persona a persona: l’atteggiamento corretto non è quello di scoraggiarsi ma di informarsi.

Il convegno, che inizierà alle 9,30, permetterà di comprendere non solo i benefici delle cosiddette terapie complementari, ma anche i possibili rischi ad esse connesse.

Durante l’incontro informativo si parlerà di attività fisica adattata, guardando a quel genere di attività modificate affinchè anche la persona con SM che presenta disabilità possa praticare attività motorie, ma anche di yoga e shiatsu, discipline che consentono alla persona di allentare lo stress emotivo e la tensione psicologica, e di modificare il tono dell’umore. Ultimo ma non per importanza si discuterà di come la disciplina del pilates possa essere d’aiuto nel rinforzo della muscolatura posturale e nel rendere maggiormente flessibili i movimenti.

All’incontro interverranno Damiano Falchetti, presidente di AISM Brescia, Barbara Dotti, referente di AISM Brescia per l’accoglienza e le attività per le persone con SM, e professionisti delle diverse discipline, che sono gratuitamente offerte nella sede provinciale di AISM.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome