Post su piazza fascista, Fratelli d’Italia prende le distanze (Acri incluso)

1
Gianpaolo Natali
Gianpaolo Natali

Con una nota inviata oggi ai giornali dal capogruppo , Fratelli d’Italia interviene sul caso – sollevato da BsNews – del post pubblicato su Facebook dal consigliere di quartiere filo-leghista Giuseppe Lupo. Nel messaggio era stata pubblicata un’immagine di piazza Vittoria piena di militanti del Fascio con la scritta: “La piazza Vittoria che ci piace”, corredata da un’emoticon con ilbraccio destro alzato. Le polemiche erano state numerose da entrambi i fronti (Lega inclusa), anche per il Mi piace messo dal consigliere comunale di Fratelli d’Italia Giovanni Acri, che aveva anche commentato con “appunto”, spiegando poi che il suo riferimento era a questioni architettoniche, ma mai smentendo con chiarezza una sua eventuale simpatia per il messaggio del post. Poi era arrivato il comunicato di smentite di Lupo. A cui ora segue quello di Fratelli d’Italia (in cui si affronta anche il caso Cammarata), che – secondo quando confermato a BsNews.it da Natali – è stato sottoscritto anche da Acri.

IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Il Gruppo consigliare di Fratelli d’Italia, per voce di Gianpaolo Natali, interviene sulla deplorevole querelle a colpi di post innescata dal consigliere di quartiere Giuseppe Lupo (con la pubblicazione di una foto di Piazza Vittoria di inizio secolo) a cui è seguita la replica del presidente del Consiglio Comunale Roberto Cammarata (che ha postato su Facebook un’immagine del Bigio a testa in giù).

Fratelli d’Italia, che finora non è intervenuta sulla vicenda, prende le distanze da quanto accaduto via web e segna la rotta di una politica che non si basa sul mero scontro ideologico-culturale. “Siamo ovviamente contrari a questo clima di deprecabile e inutile caciara – spiega Gianpaolo Natali -. In particolare  condanniamo  l’utilizzo dei social per fini così bassi.

Sentendo nell’immediato tanto il consigliere Lupo, tanto il presidente Cammarata, devo riconoscere che si sono entrambi immediatamente resi conto della sciocchezza commessa e si sono dichiarati pronti a chiedere scusa.

Nel caso di Cammarata però, visto il ruolo che ricopre, credo che il fatto abbia una valenza ben più grave e chiedo quindi che porga le sue scuse ufficiali davanti a tutte le forze politiche nel corso della seduta del Consiglio fissata per la giornata di giovedì 19”.

Ma, oltre allo sdegno per la vicenda,  Fratelli d’Italia vuole alzare l’asticella della politica di questo periodo, basata per lo più su slogan urlati. “In un momento difficile come quello attuale – prosegue Gianpaolo Natali – puntiamo a rimettere al centro i problemi reali dei cittadini. Le questioni delle quali occuparsi sono ben altre, vedi la preoccupante prospettiva di aumento delle tasse che il governo nazionale ha annunciato o la drammatica situazione ambientale attribuibile alla Caffaro a livello locale . Facciamo tutti un gesto di coraggio e usiamo quindi la nostra intelligenza per mettere da parte questo clima di odio a largo raggio che si sta sempre più diffondendo e affermando sia a sinistra che a destra. Non dimentichiamo infatti che un’immagine di Salvini a testa in giù è comparsa anche nella piazza delle Sardine cosi come pure una foto dello stesso Lupo a testa in giù sui social. Se non ci rimettiamo a ragionare con equilibrio e seria passione per la città, rischiamo di veder ricadere il nostro paese nel baratro del terrorismo che tante vittime ha seminato in passato a Brescia, come nel resto d’Italia” conclude Gianpaolo Natali.

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome