Frode fiscale e caporalato, maxi sequestro per un imprenditore della logistica

0
Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

La di Pavia, su ordinanza del Tribunale di Milano, ha disposto un maxi sequestro di 120 immobili presenti nei territori di Milano, Lodi, Brescia, Torino, Genova e altre città, ma anche alcuni conti correnti e una polizza assicurativa.

A finire nei guai un imprenditore titolare di una società operante nel settore della logistica accusato, oltre che di frodi fiscali e riciclaggio, anche di sfruttamento del e di caporalato nel facchinaggio.

Dalle indagini sarebbe emerso che l’uomo, a capo di un network di consorzi e cooperative tra il 2012 e il 2018, avrebbe approfittato dello “stato di bisogno dei lavoratori, tenuti costantemente sotto la minaccia di perdere il lavoro”. I lavoratori sarebbero inoltre stati costretti a condizioni lavorative contrarie a quanto disciplinato dai contratti collettivi nazionali, con paghe minime e turni di lavoro impossibili.

L’imprenditore, che ha 63 anni e risulta residente in Svizzera, è ai domiciliari.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome