Regione, Carzeri: in arrivo più risorse per l’ospedale di Montichiari

0
Claudia Carzeri, Forza Italia
Claudia Carzeri, Forza Italia

Durante la seduta dedicata all’approvazione del bilancio, il Consiglio regionale ha approvato diversi ordini del giorno proposti dal Consigliere . Tra queste ha sicuramente grande importanza per il territorio bresciano l’impegno di maggiori risorse per l’.

“Il presidio ospedaliero di Montichiari – ha commentato in una nota il consigliere di – deve essere riqualificato, a partire dal parcheggio ormai in una situazione emergenziale. È stato approvato oggi, all’unanimità, la mia richiesta di impegno per destinare i fondi necessari alla sistemazione di tutto il presidio, indispensabile per garantire un buon servizio ai nostri cittadini”.

Tra le richieste nell’ordine del giorno vi sono il rafforzamento della video sorveglianza per garantire maggiore sicurezza, la riqualificazione del Pronto Soccorso e la sistemazione del parcheggio che ormai necessita di un ammodernamento.

“Un voto unanime del Consiglio Regionale” – prosegue Carzeri – “che evidenzia l’attenzione per questi argomenti. L’impegno è quello di trovare delle risorse per garantire l’ammodernamento di un importante presidio del territorio”.

Oltre a questo ordine del giorno, Carzeri ha firmato altri tre importanti ordini del giorno: il primo impegna la Giunta a trovare gli strumenti e le risorse per tagliare l’IRAP ai commercianti ed agli artigiani che lavorano in zone svantaggiate, in particolare quelle montane.

Un ordine del giorno troverà risorse per promuovere maggiormente le “culle per la vita”: un servizio anonimo per le mamme che rinunciano alla propria maternità, che tutela anche i bambini. Presente al Civile di Brescia ed in 10 ospedali della Regione, assicura la privacy della madre e il benessere del bambino.

L’ultimo ordine del giorno prevede la ricerca maggiori risorse da investire nella promozione della Rocca d’Anfo, un tesoro della nostra provincia che ha bisogno di essere sostenuta e valorizzata.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome