Cranberry: una bacca dalle insospettabili proprietà

0
Craanberry, mirtillo, da Pixabay

Il cranberry, o mirtillo rosso americano, è un frutto originario del Nord America. La pianta che lo produce è un piccolo arbusto a cespuglio, che prolifera in terreni umidi e paludosi ed i suoi piccoli frutti somigliano molto al mirtillo.

Le bacche presentano un sapore asprognolo, ma sono un’insospettabile fonte di principi attivi che forniscono energia e prevengono le infezioni delle mucose.

Cosa contiene il cranberry e quali sono le sue proprietà

Il cranberry, oltre ad essere una bacca dal sapore inconfondibile, è ricco di:

  • vitamina A
  • vitamina C
  • vitamina B1
  • vitamina B2
  • antiossidanti
  • calcio
  • rame
  • ferro
  • magnesio
  • zinco

Insomma, un frutto prezioso per l’alimentazione che può essere consumato come parte di una colazione sana ed energetica, come spuntino, o come ingrediente per la preparazione di diversi piatti.

La gran quantità di antocianine presenti nel cranberry ed il suo regolare consumo fanno sì che il frutto si riveli benefico per proteggere la vista.

Il mirtillo rosso americano è utile anche in caso di capillari fragili, e per tutto il sistema cardiocircolatorio in generale.

Il calcio, presente in importanti quantità, è utile per la prevenzione dei disturbi dell’apparato scheletrico quali l’osteoporosi.

Le proprietà antiossidanti svolgono un’azione anti invecchiamento combattendo i radicali liberi. Questo si traduce in un benessere generale dell’organismo.

Sotto forma di succo, le bacche di cranberry sono utili per abbassare il livello di colesterolo cattivo nel sangue, e quindi ridurre il rischio di malattie cardiovascolari come infarto ed ictus.

I tannini e gli antocianosidi sono utili per proteggere i reni e le vie urinarie, favorendo la diuresi e la depurazione dell’organismo in generale, senza tralasciare una protezione della flora intestinale.

Venendo all’apparato urinario, il mirtillo rosso americano si è dimostrato utile per combattere le infezioni grazie alle sue proprietà che inibiscono l’adesione dei microorganismi patogeni ai tessuti. In questo modo sono utili per prevenire la cistite, ma anche per contrastare una recidiva.

Le proprietà terapeutiche del cranberry

Il cranberry, se consumato con una certa regolarità, è una alternativa gustosa per contrastare l’insorgenza dell’osteoporosi grazie al suo contenuto di calcio.

Come già accennato, i tannini contenuti nel mirtillo rosso americano contrastano l’azione dei batteri patogeni e ne favoriscono l’eliminazione, non solo nelle vie urinarie, ma anche nella bocca, nello stomaco e nell’intestino.

Gli antiossidanti naturali forniti dalla gran quantità di vitamina C, rinforzano l’organismo proteggendolo da influenze e raffreddori.

Le fibre, invece, oltre a favorire il corretto funzionamento dell’intestino, combattono le degenerazioni delle arterie, come gli accumuli di colesterolo e grassi, che sono i principali responsabili di infarti ed ictus.

Le proprietà utili alle vie urinarie nel dettaglio

Il mirtillo rosso americano è ricco di proantocianidine, dei polifenoli che sono in grado di impedire ai batteri che causano la cistite, in particolare l’Escherichia coli, di aderire ai tessuti epiteliali della vescica, impedendone la crescita e lo sviluppo e favorendone l’eliminazione attraverso l’urina.

 

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome