Troppo alcol, pioggia di intossicazioni etiliche nella notte di Capodanno

0

Non si possono quasi contare gli interventi dei soccorritori nella notte tra il 31 dicembre 2019 e il primo gennaio 2020 a causa di intossicazioni etiliche che hanno letteralmente rovinato le feste a molti bresciani.

Dalla Valcamonica alla zona del lago di Garda passando per i paesi della Bassa Bresciana l’esagerazione nell’assunzione di bevande alcoliche (per non contare gli interventi per botti e petardi) e i conseguenti malori che hanno richiesto l’intervento di ambulanze e automediche sono stati moltissimi e hanno riguardato giovani, giovanissimi e pure persone adulte.

Molti interventi si sono conclusi senza la corsa in ospedale, ma per altri è persino scattato il codice giallo, segno che l’intossicazione etilica non si è conclusa in breve e senza conseguenze.

A finire in ospedale a Gavardo sono stati una 50enne intossicatasi a Prevalle, un 33enne soccorso a Salò, e una 18enne soccorsa in un locale ad Agnosine. Un 43enne e un 45enne sono invece stati portati all’ospedale di Iseo: uno proveniva da Erbusco, l’altro da Provaglio d’Iseo.

Anche a Edolo, in ospedale, sono finiti un 18enne intossicatosi a Ponte di Legno, un 62enne soccorso a Temù.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome