L’Associazione di Studi Emanuele Severino: al grande filosofo l’omaggio di Brescia

"Severino: al grande filosofo l'affetto, la stima e l'omaggio di Brescia". E' questo il titolo del comunicato stampa inviato da Claudio Bragaglio, nelle vesti di membro del Consiglio Direttivo dell’ASES

0
Il filosofo bresciano Emanuele Severino
Il filosofo bresciano Emanuele Severino

“Severino: al grande filosofo l’affetto, la stima e l’omaggio di Brescia”. E’ questo il titolo del comunicato stampa di cordoglio inviato nelle scorse ore da Claudio Bragaglio, nome noto della politica bresciana, nelle vesti di membro del Consiglio Direttivo dell’ASES, Associazione di Studi . Pubblichiamo di seguito il testo integrale.

SEVERINO: AL GRANDE FILOSOFO L’AFFETTO, LA STIMA E L’OMAGGIO DI BRESCIA

La notizia dolorosa della scomparsa del prof. Emanuele Severino ci colpisce profondamente. Pur consapevoli della criticità della sua situazione, avevamo intensamente sperato – ad onore anche del suo straordinario pensiero filosofico e della sua figura di “Maestro” – che potesse ancora partecipare, alle prossime attività della Associazione, l’Ases, di cui è stato promotore a Brescia ed era Presidente onorario. In primo luogo, il prossimo Congresso annuale, all’indomani di quello internazionale, celebrato a Brescia lo scorso anno sul rapporto tra il pensiero di Severino ed Heidegger. Inoltre: le nuove riviste, Convegni, il Fondo a lui dedicato con i suoi libri presso la Biblioteca Queriniana, generosamente attenta e disponibile, la pubblicazione di opere fondamentali. Ed ancora, Severino con noi e con la sua città, per molteplici attività con la partecipazione del Comune di Brescia e della Provincia, delle Università Statale e Cattolica, del Centro Teatrale Bresciano, delle scuole e del mondo culturale. Come in occasione della indimenticabile ed emozionante rappresentazione dell’Orestea al Teatro Sociale.

Ma oggi prevale il dolore, insieme alla città a cui il prof. Severino negli anni ha dato molto. A partire anche dalla sua collaborazione con il Bresciaoggi, patrocinata negli anni ’70 dal suo caro amico, il sindaco Bruno Boni, con numerosi incontri e confronti, pubblicazioni. Con il suo pensiero critico che si è fatto anche vita civile, per molti imprescindibile, su vari temi: dalla filosofia, alle sfide della democrazia e della tecnologia. Con la ricerca, sempre, d’una “Struttura originaria”.

Partecipi del dolore, nella commossa vicinanza alla famiglia, ad Anna, Federico ed Andrea, la testimonianza d’un sincero affetto e di una grande stima. Nel contempo, il desiderio di onorare l’impegno, di voler rendere sempre più presente e di valorizzare il pensiero del più grande filosofo che ha onorato anche la nostra città. Come peraltro il sindaco Del Bono ebbe modo autorevolmente di sottolineare, in occasione del festeggiamento del suo compleanno, presso il Palazzo della Loggia. Brescia onora Severino. E’ una città che nel tempo da Severino s’è fatta accogliere e che lo ha accolto ed abbracciato, con incancellabile affetto, ammirazione e riconoscenza.

del Consiglio Direttivo dell’ASES

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome