Libro senza patrocinio, il sindaco contro Gervasoni: polemica scorretta

Con una nota il sindaco di Rovato Tiziano Belotti e il vice Simone Agnelli respingono al mittente le accuse del giornalista Federico Gervasoni e dell'associazione Iperuranio

0
Il sindaco di Rovato Tiziano Belotti
Il sindaco di Rovato Tiziano Belotti

Con una nota il sindaco di Rovato Tiziano Belotti e il vice Simone Agnelli respingono al mittente le accuse del giornalista Federico Gervasoni e dell’associazione Iperuranio. Il sodalizio aveva contestato il mancato, e “ingiustificato”, patrocinio dell’amministrazione comunale all’evento della presentazione del libro di Gervasoni sul neofascismo bresciano, che si terrà il 18 febbraio nella sala parrocchiale. I vertici del Comune replicano ora parlando di “polemica gratuita e strumentalizzazione”, ricordando inoltre che l’autore ha rifiutato lo spazio della biblioteca e ogni ipotesi di confronto pubblico.

“L’assessore alla cultura nonché vicesindaco Agnelli ha chiesto di avere in anteprima una copia del trattato, che non è mai arrivata”, si legge nel comunicato tra le altre giustificazioni del mancato patrocinio. Anche se nei documenti visionati da BsNews.it, fermandosi al punto specifico, Edoardo Botticini in una mail risponde alla richiesta dell’assessore: “In merito alla copia del libro personalmente non possiedo una copia in avanzo, ma posso chiederne una al Gervasoni che sarà ben lieto di procurargliela. In attesa di cortese riscontro…”. Non è dato sapere a chi scrive se, in seguito a questa risposta, ci siano stati altri solleciti formali da parte di Agnelli. In attesa della risposta, però, la certezza è che la polemica non è chiusa.

IL COMUNICATO INTEGRALE DEL SINDACO BELOTTI E DEL VICE AGNELLI

Se il libro del Gervasoni vende pochino non è colpa delle amministrazioni, ma evidentemente della qualità del prodotto.

Ma si può sempre giocare a fare polemica gratuita e strumentalizzazione a nastro per recuperare qualche posizione. In questo il Gervasoni è un maestro, ma anche lì i risultati sono piuttosto mediocri. A Pompiano, se non sbagliamo, si è lamentato che l’amministrazione non gli ha concesso la presentazione del suo trattato nella biblioteca, ovvero nel luogo perfetto e deputato per un simile evento.

A Rovato gli è stato proposto di presentare il suo trattato in biblioteca, ma a questo punto lo voleva fare in una sala del municipio.

L’assessore alla cultura nonché vicesindaco Agnelli ha proposto la presenza al tavolo del Gervasoni di un moderatore col quale costruire un sano contraddittorio, visto la delicatezza dei temi trattati e visto anche le numerose posizioni critiche nei confronti di quanto riportato nel volume.

Il Gervasoni ha rifiutato infastidito il confronto.

L’assessore alla cultura nonché vicesindaco Agnelli ha chiesto di avere in anteprima una copia del trattato, che non è mai arrivata.

Per questi motivi la Giunta ha rifiutato di concedere il Patrocinio all’evento. Ricordo al Gervasoni che il Patrocinio è una cosa seria e attesta il sostegno, l’appoggio e la condivisione della città di Rovato ad un certo evento. Se l’autore dell’evento ha comportamenti ritenuti poco seri o non consoni o non conformi o comunque manchevoli, la Giunta a sua insindacabile decisione (spiace per il Gervasoni, ma è così) non concede il Patrocinio. Questo non gli impedisce comunque di tenere l’evento e di pubblicizzarlo ai 4 venti.

E’ vero che a Rovato siamo ormai in campagna elettorale e vale tutto, anche plastificare di rosso le colonne del portico vantiniano, ma costruire polemiche gratuite a vanvera è indice di profonda scorrettezza. Raffazzonarle a priori e male è indice anche di pressapochismo.

Restiamo in attesa di avere copia (gratuita) del trattato.

Sindaco Tiziano Alessandro Belotti

Vicesindaco Simone Agnelli

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome