Lo zaino fotografico è utile, ma vale davvero la pena spendere grosse cifre?

La maggior parte dei fotoamatori che continuano ad alimentare la propria passione, a un certo punto finiscono per trovarsi inevitabilmente davanti alla necessità di acquistare uno zaino

0
Fotografo, foto generica da Pixabay

La maggior parte dei fotoamatori che continuano ad alimentare la propria passione, a un certo punto finiscono per trovarsi inevitabilmente davanti alla necessità di acquistare uno zaino, sia per custodire l’attrezzatura sia per poterla trasportare agevolmente e senza rischi. 

Sul mercato sono disponibili numerosi zaini fotografici; quelli di costo medio-alto sono caratterizzati da un buon livello qualitativo, in quanto sono pensati soprattutto per la clientela professionale, mentre quelli a basso costo sono soggetti a una serie di limitazioni che variano a seconda del modello e della ditta produttrice. Le cose non sono sempre così lineari però, e può capitare che un prodotto di fascia alta non riesca a soddisfare del tutto le proprie esigenze.

Nei miei oltre trent’anni di esperienza come fotoamatore, però, ho imparato che le cose non sono sempre così lineari, e che non è raro che un prodotto di fascia media, o perfino alta, non riesca a soddisfare del tutto le proprie esigenze. In termini di fruibilità, infatti, lo zaino fotografico non è tanto diverso da una qualsiasi altra borsa, questo significa che buona parte del suo successo dipende soprattutto dalle abitudini personali di chi lo utilizzerà, e non dal tipo di attrezzatura che dovrà contenere.

Svenarsi o non svenarsi… 

Acquistare uno zaino costoso soltanto perché il marchio è blasonato, quindi, non mette al sicuro dal rischio di rimanere fortemente delusi perché magari si scopre che lo spazio interno non è ottimizzato al 100% (e infatti non si arriva quasi mai a questa percentuale), che le zip sono dure e poco scorrevoli, oppure che mancano i separatori interni e devono essere acquistati a parte come optional (cosa che paradossalmente capita soprattutto con i prodotti di fascia media e alta).

Gli zaini fotografici, come tutti gli altri prodotti, sono disponibili sul mercato in tutte le fasce di prezzo; quindi è estremamente facile trovare il prodotto più adeguato al proprio budget di spesa, anche se questa va a incidere sul livello qualitativo.

Una delle ditte di riferimento nella fascia dei prodotti Top è l’italiana Manfrotto, ma esistono anche altri marchi altrettanto blasonati e di alta qualità, come Lowepro, Tamrac e Mantona, tanto per citare i più famosi.

Parliamo di

I prezzi sono abbastanza alti visto che possono variare dai 180/200 ai 500/600 euro circa a seconda del tipo di zaino; anche se le cifre sono elevate, però, non sono del tutto fuori portata per quei fotoamatori che possiedono una nutrita attrezzatura, magari di livello semi-professionale, e che di conseguenza sono fortemente motivati ad acquistare un prodotto di qualità.

La caratteristica spiacevole di questi zaini, invece, è data dalla loro scarsa dotazione di accessori, in particolare dei separatori interni; la politica delle ditte più blasonate, infatti, è quella di essere così “attente alle esigenze del professionista” da lasciare la massima “libertà di scelta” per quanto riguarda l’organizzazione dello spazio interno dello zaino.

Nella realtà dei fatti, in molti zaini di fascia alta i separatori interni vengono forniti in numero limitato, come accennato anche prima, e di conseguenza bisogna acquistarne altri a parte come optional, andando così a incidere ulteriormente sulla spesa complessiva.

Gli zaini appartenenti alla fascia di prezzo medio-bassa invece, a dispetto di un prezzo variabile dai 30 ai 150 euro, sono caratterizzati da una dotazione di accessori molto più completa, spesso comprendente perfino gli strumenti per la pulizia delle fotocamere; è vero che di solito questo aspetto serve soltanto a compensare le carenze qualitative dei materiali di fabbricazione, che spesso sono mediocri se non addirittura scadenti, ma anche in questo caso non bisogna saltare a conclusioni affrettate.

Tra gli zaini di fascia media di buona fattura spiccano soprattutto quelli prodotti dalla ditta K&F Concept, ma esistono produttori altrettanto affidabili, come Neewer, Koolertron e Beschoi per esempio.

Spendere poco

Per quanto riguarda i prodotti a basso costo, invece, dobbiamo tornare alla mia esperienza personale. A un certo punto mi sono ritrovato con due fotocamere, sette obiettivi, un flash esterno, un treppiedi professionale, una ventina di filtri, una lunga sequela di altri piccoli accessori e l’impellente esigenza di acquistare un nuovo zaino.

Forte della mia previa esperienza con gli zaini di fascia media, prima di acquistare un prodotto Top ho voluto provare la fascia più economica pensando che: “mal che vada ci rimetto una cinquantina di euro”.

Per la cifra indicata, quindi, ho acquistato non uno ma due prodotti: uno zaino e una borsa fotografica di taglia media del brand AmazonBasics, e con mia estrema sorpresa si sono rivelati qualitativamente analoghi ai prodotti di fascia media per quanto riguarda i materiali, e addirittura superiori sia per la completezza degli accessori e le caratteristiche specifiche (come il numero dei separatori, la presenza di ulteriori tasche, interne ed esterne, e delle cinghie per il treppiedi) sia per ergonomia, praticità e ottimizzazione degli spazi interni.

Prima di scegliere il vostro zaino fotografico, quindi, vi consiglio di leggere le recensioni del modello interessato, perché la mia esperienza personale dimostra come il detto che “per ottenere molto bisogna spendere molto” non sempre corrisponde al vero.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome