Teatro Grande, l’anno riparte dalle oltre 42mila presenze del 2019

Sotto la gestione del Sovrintendente Umberto Angelini, la Fondazione del Teatro Grande ha aumentato gli spettatori del 320% e i visitatori del 117%

0
Il teatro Grande di Brescia
Il teatro Grande di Brescia

La Fondazione del ha presentato ieri i risultati dell’attività che l’ha vista impegnata con successo sia sul fronte dell’attività di spettacolo sia nelle iniziative legate allo sviluppo del turismo culturale e alla coesione e inclusione sociale.

Nel 2019 si sono susseguiti al Grande 85 eventi direttamente organizzati dalla Fondazione a cui si sono aggiunti 3 spettacoli organizzati in collaborazione con altre realtà del territorio. Sul palcoscenico, lo scorso anno, gli appuntamenti di musica sono stati il cuore della proposta di spettacolo. Tra questi, le proposte d’Opera hanno offerto al pubblico alcuni titoli inediti o da molti anni assenti – come L‘Heure espagnole, Guglielmo Tell e Aida – valorizzando le opere di repertorio, quelle del Novecento e contemporanee, anche attraverso iniziative capaci di attrarre nuovo pubblico. Per la concertistica il Teatro ha accolto appuntamenti con la musica sinfonica, la musica da camera, la musica barocca, il jazz e la musica contemporanea, con una attenzione alle più interessanti, giovani e affermate realtà nazionali e internazionali.In linea con il percorso intrapreso sin dalla sua nascita, la Fondazione ha proseguito anche nell’anno da poco concluso l’importante percorso nel mondo della danza che rende il Teatro Grande punto di riferimento nazionale per il settore. Il 2019 ha visto ospiti alcuni dei più celebri nomi della scena americana, con omaggi a vere e proprie icone della coreografia. Non sono mancati, inoltre, gli appuntamenti con le nuove proposte italiane, con un focus particolare sui giovani talenti emergenti.

TEATRO GRANDE, I DATI DEL PUBBLICO

La Stagione ha coinvolto 1254 artisti ed è stata accolta con grande entusiasmo dal pubblico, registrando 42.059 presenze, assestandosi quindi sul dato 2018 a fronte però di una diminuzione del numero di eventi (nel 2018 erano nel complesso 99 rappresentazioni) e quindi incrementando la presenza media di spettatori per evento.

Tra i dati di rilevo, spicca il numero di abbonamenti emessi per la Stagione Opera e Balletto che rispetto al 2018 ha subito un incremento del 6%, avvicinandosi al massimo storico. Si segnala inoltre l’importante partecipazione dei più piccoli al progetto Opera Domani che – rappresentato in 11 recite – ha portato in Teatro più di 8.500 persone. Si assesta su valori simili a quelli del 2018 anche il dato del pubblico under30, da sempre obiettivo prioritario della Fondazione rappresentando quasi il 30% del pubblico complessivo (circa 11.500  presenze).

“Puntare sui giovani è senz’altro la mossa vincente che, ormai da diversi anni, la governance del Teatro Grande ha saputo mettere in campo, coniugando innovazione e tradizione, per valorizzare il nostro Massimo teatro”, ha affermato il sindaco Emilio Del Bono. “I risultati sono sotto gli occhi di tutti: anche nel 2019 il pubblico under 30, solitamente poco avvezzo a frequentare teatri storici e sale da concerto, ha raggiunto il 30% del totale delle presenze. Un chiaro segno che il Teatro Grande, vanto della nostra città, è un luogo sempre più amato dai giovani”.

TEATRO GRANDE, I DATI DEL TURISMO CULTURALE

Grazie alle iniziative di turismo culturale, quasi 230.000 visitatori (spettatori esclusi) hanno inoltre varcato negli ultimi nove anni le soglie del Teatro nelle sole giornate di apertura straordinaria (sabato e domenica dalle 10.00 alle 20.00 e appuntamenti del Grand Tour). Questi dati, se sommati alla partecipazione degli spettatori nel periodo 2010-2019, generano un flusso di quasi 550.000 persone. Un grande traguardo per una Fondazione che – grazie al sostegno dei Sostenitori pubblici e privati – ha contribuito a dare una nuova direzione alla cultura bresciana: nuove visioni, nuovi obiettivi, nuove opportunità di crescita per il territorio e i suoi abitanti.

Sotto la gestione del Sovrintendente Umberto Angelini, la Fondazione del Teatro Grande ha aumentato gli spettatori del 320% e i visitatori del 117%, incrementato il bilancio del 171% e il patrimonio netto del 226%. La Fondazione del Teatro Grande, nell’ultimo triennio, ha coinvolto oltre 11.500 persone nei progetti di solidarietà e inclusione sociale ed è la case history di riferimento per il progetto Open sulle disabilità sensoriali (ciechi e sordi).

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome