Disabili, Girelli (Pd) attacca: assessore regionale non sa rimediare al suo errore

"Lo attendevamo in commissione, si era preso un impegno in Consiglio regionale e il fatto che non sia venuto la dice lunga su come affronti i problemi di queste persone"

0
Gianantonio Girelli, foto da Facebook

“L’assessore Bolognini non riesce a uscire dal problema che lui stesso ha creato il 23 dicembre con una delibera che era uno schiaffo a tante famiglie di disabili lombardi, messe davvero in difficoltà da un insensato taglio ai contributi per l’assistenza. Lo attendevamo in commissione, si era preso un impegno in Consiglio regionale e il fatto che non sia venuto la dice lunga su come affronti i problemi di queste persone. Noi non accetteremo un pacchetto già chiuso e non accetteremo allusioni alla mancanza di fondi, perché quest’anno dal Governo sono arrivati venti milioni in più dell’anno scorso, quando i contributi a queste famiglie erano ben diversi. È una solo una questione di scelte e di priorità.”

Così per il PD il capogruppo in Regione Lombardia Fabio Pizzul e il capodelegazione in commissione sanità Gian Antonio Girelli commentano l’assenza, questa mattina in commissione, dell’Assessore leghista Stefano Bolognini e di conseguenza la mancata discussione della misura di sostegno all’assistenza ai disabili gravi e gravissimi. L’assessore si era preso martedì scorso l’impegno di venire oggi in commissione a discuterne, sotto la minaccia di una nuova mozione del Pd, dopo che due settimane prima, su una mozione analoga, la maggioranza aveva sconfessato la sua linea. Stamattina, però, la segreteria della commissione ha comunicato l’assenza dell’assessore “in virtù della necessità da parte dell’Assessore Bolognini di disporre di un tempo maggiore per meglio definire la delibera in oggetto”. Da lì la protesta del Pd e delle opposizioni.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome