✅ L’etilometro portatile: cos’è e come funziona questo strumento

Una mini-guida on line per capire cosa sono gli etilometri portatili, come funzionano, quale valore hanno e qual è la loro precisione

3
I carabinieri fanno la prova dell'etilometro a un guidatore, foto generica
I carabinieri fanno la prova dell'etilometro a un guidatore, foto generica

L’etilometro è uno strumento inventato nel 1954 da Robert Borkenstein che consente di misurare i livello dell’alcol nel sangue semplicemente attraverso l’analisi rapida dell’aria in uscita dai polmoni. Un’invenzione rivoluzionaria, perché in precedenza i test non erano immediati venivano effettuati solo con prelievi di sangue. Oggi questo strumento è in dotazione a tutte le forze dell’ordine, ma può anche essere acquistato in versione portatile in tutti gli shop on line. Vediamo di seguito di approfondire l’argomento con una mini-guida.

L’etilometro consente, semplicemente respirando attraverso un apparecchio, di determinare il tasso alcolemico del sangue attraverso i residui che vengono eliminati con l’espirazione dagli alveoli polmonari (Il sistema si basa sulla legge fisica di Henry per cui l’alcol entra in circolazione prima di essere espulso e per tale ragione può essere captato dall’etilometro, sotto forma di gas). Ovviamente l’analisi del sangue resta il metodo di misurazione più attendibile, ma gli strumenti in dotazione a Polizia, Carabinieri e Polizia locale – con tecnologia a raggi infrarossi e omologati dal Ministero dei trasporti – sono molto efficienti, oltre che gli unici ad avere valore legale. La prova va comunque effettuata dopo 10-15 minuti dall’ultima bevuta, perché altrimenti l’etilometro rischia di fornire un dato “errato” relativo solo a quello dell’alcol che si ha nella saliva. Ecco perché, in caso di positività, le forze dell’ordine la ripetono.

L’ETILOMETRO PORTATILE, FUNZIONA?

L’etilometro, oggi, viene commercializzato anche in versione portatile: come strumento elettronico autonomo, nella versione mono-uso oppure sotto forma di “beccuccio” collegabile con il proprio smartphone. Ne esistono diverse tipologie in vendita. Ma è bene ribadire che solo quelli delle forze dell’ordine, omologati, hanno valore legale e provatorio. Gli altri servono semplicemente per fornire valori indicativi a chi li utilizza.

Il problema è però – ovviamente – quello della precisione, che varia molto a seconda del tipo di etilometro portatile che si sceglie (e del costo). Ovviamente i più precisi sono quelli professionali e a infrarossi, che hanno prezzi molto elevati. Gli altri, quelli in vendita a pochi euro o decine di euro, hanno margini di errore più grossi. Ma possono comunque servire a chi li usa per autoregolarsi. L’importante è non fare affidamento cieco su questi strumenti (soprattutto quando si è vicini alla soglia di legge) e non mettersi mai alla guida se non si è nelle condizioni psicofisiche ottimali. Anche perché la guida in stato di ebbrezza è punita dalla legge italiana in maniera molto severa. E di seguito vediamo come.

GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

La guida in stato di ebbrezza è un reato grave. Oltre che un pericolo per se stessi e per gli altri. Ma come viene punita?

Se il tasso alcolemico misurato quando si è alla guida rientra in un valore che va dai 0,5 g/l ai 0,8 g/l si rischia – oltre che di dover parcheggiare il veicolo e proseguire a piedi – una multa che parte da un minimo di 500 euro e va fino a 2000 euro. A ciò si aggiungono sempre sanzioni relative alla patente di guida, con il rischio di sospensione della licenza da tre a sei mesi e dieci punti decurtati dalla patente (che diventano 20 nel caso di neopatentati).

Se viene riscontrato un valore superiore a 0,8 g/l fino 1,5 g/l si dovrà pagare una multa dagli 800 euro ai 3.200 euro. La sospensione della patente va dai 6 mesi ad un anno. Ma soprattutto si rischia l’arresto. Inoltre l’auto può essere fermata fino a 90 giorni se si è coinvolti in un incidente.

Se si supera supera l’1,5 g/l, infine, la multa sale fino a 6000 euro, l’auto può essere confiscata (per la vendita) e la patente può essere sospesa per ben 2 anni.

Ultimo aggiornamento il 26 Maggio 2021 12:04

(gli articoli in vendita inseriti nell’articolo hanno natura promozionale, si rimanda ai singoli venditori e produttori per ogni informazione)

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome