Ai domiciliari insulta i carabinieri, il giudice lo manda in carcere

Ora gli toccherà scontare la pena in carcere

0

Gli erano stati concessi gli arresti domiciliari ma ora, dopo aver insultato e offeso i carabinieri di Pisogne, gli toccherà scontare la pena in carcere.

Un uomo di 62 anni di Pisogne, già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, stupefacenti e guida in stato di ebbrezza, stava scontando una condanna nella sua casa come disposto dall’autorità giudiziaria. La modalità di detenzione domiciliare prevedeva, come ovvio, controlli da parte dei carabinieri. Il soggetto 62enne non avrebbe però gradito tali controlli e per questo avrebbe telefonato in caserma più volte ricoprendo di insulti i militari.

Il magistrato di sorveglianza ha così revocato i domiciliari e disposto il trasferimento del 62enne in carcere a Brescia.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome