Carcere di Verziano, agenti aggrediti da detenuta finiscono in ospedale

Il sindacato: "Chiediamo all’Amministrazione, al fine di tutelare e mantenere un certo equilibrio e serenità all’interno della struttura penitenziaria, di allontanare, con la massima sollecitudine, verso altre strutture idonee a contenere, e probabilmente curare, soggette del genere"

0
Ambulanza 118
Un mezzo di soccorso del 118 con barella, foto generica

Due agenti penitenziari del di sono finiti in pronto soccorso in seguito all’aggressione subita nei giorni scorsi da una detenuta. A denunciarlo è una nota del segretario regionale Funzione pubblica Cgil Calogero Lo Presti, che dà conto di quanto accaduto nel cittadino.

Secondo la ricostruzione del sindacato, la detenuta – trasferita dal Carcere di San Vittore di Milano per analoghi episodi – ha prima aggredito fisicamente gli agenti e poi è passata alle mani. I due poliziotti, un uomo e una donna, hanno riportato “varie escoriazioni agli arti e al volto”, tanto da dover ricorrere alle cure del pronto Soccorso degli Spedali Civili. Solo la professionalità e la prontezza degli agenti ha evitato che la situazione degenerasse ulteriormente, bloccando fisicamente la detenuta.

“Una detenuta del genere – si legge nella nota – così problematica ed aggressiva, non può che turbare l’ordine e la sicurezza all’interno del Carcere di Verziano oltre a pregiudicare l’incolumità fisica delle poliziotte e dei poliziotti penitenziari. Chiediamo all’Amministrazione, al fine di tutelare e mantenere un certo equilibrio e serenità all’interno della struttura penitenziaria, di allontanare, con la massima sollecitudine, verso altre strutture idonee a contenere, e probabilmente curare, soggette del genere”..

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome