Frode fiscale, indagato anche un monsignore

L'ecclesiastico sarebbe indagato per aver favorito il tenativo di apertura di un conto allo Ior su cui depositare proventi dell'evasione fiscale

0
Fiamme Gialle a Brescia
Guardia di Finanza a Brescia

Ci sono commercialisti, avvocati, imprenditori e pure un monsignore tra le persone indagate a piede libero dalla Procura di Brescia nell’ambito dell’inchiesta su un’associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale smantellata dalla Guardia di Finanza di Brescia e che ha condotto all’arresto di una ventina di persone.

Secondo quanto riportato da alcune fonti locali l’ecclesiastico sarebbe indagato per aver favorito il tenativo di apertura di un conto allo Ior su cui depositare proventi dell’.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome