Indagini bancarie ai tempi di internet

La visura bancaria è in grado di rintracciare i conti correnti bancari, ma individua anche i conti correnti postali, i libretti di risparmio, ed eventualmente anche i conti correnti on-line

0
Una banconota da 50 euro - www.bsnews.it
Una banconota da 50 euro - www.bsnews.it

Fino a qualche tempo fa il fisco ovvero l’agenzia delle tasse che si occupa di monitorare la situazione finanziaria dei cittadini, non poteva assolutamente varcare la soglia del segreto bancario, adesso il segreto bancario purtroppo non esiste più;  perché il fisco e le indagini bancarie detta anche visura bancaria hanno trovato un punto d incontro; ovvero ai giorni nostri è consentito sia all’Agenzia delle Entrate che alla Guardia di Finanza di svolgere in via amministrativa indagini bancarie.

Chi può svolgere indagini bancarie

Per svolgere questo tipo di indagine gli uffici competenti devono essere autorizzati dalla Direzione Regionale dell’Agenzia e dal Comando di Zona; a questo proposito  l’azienda di credito deve tempestivamente avvisare l’utente, cioè il contribuente, il cliente che dir si voglia,  delle richieste ricevute sulle indagini svolte o che possono essere o in fase di svolgimento, sulla sua situazione finanziaria. Una volta acquisiti i dati bancari l’ufficio di cui sopra può chiedere notizie al contribuente invitandolo a comparire proprio personalmente in determinati luoghi destinati a questo scopo, ovvero uffici o quant’altro a questo. Rilevati dagli enti incassi non dichiarati ecco che qui si incappa in un problema, ovviamente se ci sono  somme rilevanti non dichiarate possono scattare delle sanzioni, comunque anche qui c’è una serie di regolamentazioni, postille, codicilli e regole varie, che possono andare incontro all’utente, quindi essere di aiuto al contribuente indagato, così come possono comunque essere una fonte di ulteriori accertamenti e problemi.

Indagini bancarie online: oggi è possibile

Oggi però esistono anche agenzie fornite di una regolare licenza, che permette loro di investigare, dato che non è possibile accedere dalle banche ai dati riservati agli enti pubblici. Ovvero le banche hanno l’obbligo di fornire dati e dettagli oltre che informazioni varie sui contribuenti come già detto prima, cioè all’Agenzia delle Entrate o la Guardia di Finanza. Oggi però è possibile accedere a questi dati attraverso appunto un’agenzia qualificata in possesso della licenza di investigazione; a queste agenzie si ricorre sempre quando viene a galla la necessità di chiarificare la posizione finanziaria di una persona che ci deve del denaro.  Ma che non ci restituisce il dovuto o perlomeno che non paga rate, obbligazioni, o altri tipi di contratto finanziario.

 Come richiedere un’indagine bancaria

La visura bancaria è in grado di rintracciare i conti correnti bancari, ma individua anche i conti correnti postali, i libretti di risparmio, ed eventualmente anche i conti correnti on-line, questo è utile perché quando si ha la necessità di richiedere il pagamento di un debito si può intervenire direttamente pignorando il conto corrente, un’azione preferibile e più veloce rispetto al pignoramento immobiliare che diventa oneroso e anche problematico. Pignorare la liquidità è sempre meglio che pignorare dei beni materiali. Per effettuare la richiesta per un’indagine di questo tipo ci possiamo avvalere di specifiche agenzie on-line qualificate, e certificate, in possesso della licenza, che svolgeranno per noi tutte le indagini del caso, facendo luce sulla posizione finanziaria di chi non onora il debito che ha nei nostri confronti.

 

 

 

 

 

Clicca per votare questo post
[Total: 0 Average: 0]

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome