Paura nelle acque del Sebino: sub intrappolato in una rete-killer

Dalle verifiche si è appreso che la rete si trova a 70 metri dalla riva al largo di Vello di Marone ad una profondità di circa 50 metri

0

Dramma sfiorato domenica nel lago d’Iseo: un sommozzatore è rimasto impigliato in una rete da pesca abusiva e ha rischiato di rimanere sott’acqua.

Grazie alla sua esperienza, l’uomo è riuscito a liberarsi dalla rete ed è tornato in superficie. Il sub ha quindi immediatamente allertato le autorità e sul posto sono intervenuti Polizia Provinciale, Guardia costiera ausiliaria del Sebino e alcuni sommozzatori del gruppo North Central Divers.

Dalle verifiche si è appreso che la rete si trova a 70 metri dalla riva al largo di Vello di Marone ad una profondità di circa 50 metri, e pare tra le più lunghe sequestrate negli ultimi 15 mesi dalla Polizia provinciale. Il ripescaggio della rete-killer avverrà sabato pomeriggio.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome