Colpi di pistola fuori dal bar, sospesa la licenza per 30 giorni

Il provvedimento scaturisce a seguito di una violenta lite avvenuta qualche giorno fa

0
Questura di Brescia
Questura di Brescia

Lo scorso primo marzo alcune pattuglie dei Carabinieri sono intervenute a Erbusco per la segnalazione di una violente lite, iniziata all’interno di un bar e proseguita poi fuori.

Secondo la ricostruzione operata dai militari, un pregiudicato kosovaro, dopo aver estratto una pistola semiautomatica, avrebbe esploso alcuni colpi indirizzandoli al suolo. Le pallottole rimbalzando avrebbero però colpito un cittadino albanese ferendolo leggermente all’addome.

Nel corso dei rilievi i carabinieri avevano poi rinvenuto l’arma abbandonata al suolo.

Alla luce di tali fatti – secondo quanto si legge in una nota – “accertato che il pubblico esercizio è risultato essere abituale ritrovo di persone con pregiudizi per reati in materia di stupefacenti, tenuto conto che il titolare del suddetto locale non si è adoperato per garantire le condizioni minime di legalità nella gestione del singolo esercizio commerciale, il Questore ha disposto la sospensione dell’esercizio (ex art. 100 T.U.L.P.S.) dell’attività per un periodo di 30 giorni”.

L’ordinanza è stata eseguita da personale della Divisione P.A.S.I. della nella mattinata di mercoledì.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome