Coronavirus, l’emergenza “dimezza” il lavoro dei distributori di benzina

Nella Provincia di Brescia, secondo alcune stime non ufficiali, il decremento della benzina erogata si aggira attorno al 25-30 per cento

0
Pompe di benzina
Pompe di benzina

Le vendite di carburante hanno subito, negli ultimi dieci giorni, flessioni generalizzate , con punte di oltre il 50 % nelle zone maggiormente a ridosso delle aree più direttamente coinvolte dall’emergenza sanitaria, ed anche superiori nelle tangenziali.

Lo sottolinea il Sindacato Gestori Carburanti di Milano in una nota, ma la situazione vale anche per la provincia di Brescia, dove si segnalano cali significativi dei fatturati dovuti – ovviamente – alla chiusura delle scuole e al panico generalizzato (oltre che alle direttive di Regione e Governo), che sta spingendo molti a non uscire di casa.

Nel Lodigiano si arriva quasi al dimezzamento del servizio. Mentre nella Provincia di Brescia, secondo alcune stime, il decremento della benzina erogata si potrebbe aggirare attorno al 25-30 per cento, con punte maggiori nella zona della Bassa.

NOTIZIE IMPORTANTI SUL

+++ CORONAVIRUS I DIVIETI E LE LIMITAZIONI FINO ALL’8 MARZO

+++ CORONAVIRUS: SCUOLE CHIUSE FINO AL 15 MARZO

++ CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

+ INFORMAZIONI UTILI SUL CORONAVIRUS

+ 112 IN DIFFICOLTA’: NON CHIAMATE PER CHIEDERE INFORMAZIONI

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome