⚠️ CORONAVIRUS, disinfettanti e igienizzanti mani: servono davvero? | LA GUIDA

In questo articolo trovate consigli utili e suggerimenti per lavarvi le mani con acqua e sapone, amuchina o altri prodotti in commercio

2
Lavarsi le mani, foto generica da Pixabay

Il marchio più noto è certamente Amuchina, i cui prodotti sono andati esauriti nei supermercati fin dalle prime ore dell’emergenza Coronavirus e risultano ancora irreperibili. Anche su internet non è facile trovarla, e in molti siti gli speculatori sono arrivati a vendere un flaconcino a 30-40 euro. Ma l’Amuchina non è che uno dei tanti degli igienizzanti mani a base idroalcolica presenti oggi sul mercato. E comunque per difendersi dal Covid-19 sono sufficienti acqua e sapone.

Di seguito abbiamo preparato una breve guida sull’argomento per i nostri lettori.

PREMESSA IMPORTANTE

Lavarsi frequentemente le mani è uno dei comportamenti basilari consigliati dalle autorità sanitarie per difendersi dall’epidemia da . Gli altri sono indossare le mascherine filtranti (marchiate CE), evitare il più possibile gli ambienti chiusi e affollati (soprattutto nei soggetti con importanti patologie pregresse), tenere sempre la distanza di sicurezza dagli altri (oltre un metro) e seguire scrupolosamente le prescrizioni delle autorità.

In questa guida, come detto, ci occupiamo esclusivamente del lavaggio delle mani, analizzando i prodotti in commercio e dando qualche consiglio utile ai nostri lettori.

IGIENIZZANTI MANI: COSA SONO

I gel mani (o igienizzanti mani) sono sostanzialmente prodotti con una forte percentuale di componente alcolica (o azoto) che evapora velocemente a contatto con l’aria. Per questa loro caratteristica consentono di lavarsi le mani senza la necessità di usare acqua per risciaquarsele e asciugarsi.

In commercio esitono prodotti di diverse marche, non soltanto Amuchina. Basti pensare che un’azienda bresciana (la Euro Cosmetic, con sede a Trenzano) produce oggi già oltre 60mila confezioni di igienizzante mani al giorno. Gli igienizzanti-mani più diffusi sono in gel, ma esistono anche salviette e spray. Nell’etichetta vengono indicate tutte le proprietà (antibatterico/antisettico/antimicrobico). Tali prodotti, inoltre, sono solitamente indicati solo per le mani: non per pulire altre parti del corpo o oggetti, per cui esistono prodotti specifici.

On line esistono anche guide – alcune fatte da autorevoli esperti di igiene – per preparare i disinfettanti mani in casa. Ma ci sentiamo di sconsigliare questa pratica a chi non è davvero esperto, perché non sono mancate le segnalazioni di persone ustionate nel tentativo di prepararsi l’Amuchina domestica.

IGIENIZZANTI MANI: SERVONO DAVVERO?

La risposta è sì: gli igienizzanti mani a base idroalcolica possono essere molto utili, ma non sono indispensabili. Sono utili perché molto pratici e consentono di lavarsi le mani ovunque e velocemente, non a caso vengono ormai utilizzati in tutti gli ospedali bresciani. Va, però, chiarito che non si tratta di strumenti insostituibili nella vita quotidiana, se non per chi non può avere accesso ad acqua e sapone per ragioni di contingenza. Per difendersi dal Coronavirus basta lavarsi frequentemente e bene le mani nella maniera che ci hanno insegnato le mamme. Anzi, con qualche accortezza in più che vi spieghiamo di seguito con l’aiuto di un’immagine diffusa dal ministero della Salute.

Va inoltre precisata un’altra cosa prima di proseguire nella lettura della guida: gli igienizzanti mani senza risciacquo sono molto utili per chi ha esigenze particolari (ad esempio quando si è in viaggio o fuori casa), ma il sapone e l’acqua – con un corretto strofinamento – restano gli strumenti più efficaci per prevenire il contagio da Covid o da altri virus: il normale sapone, infatti, rimuove anche lo stato lipidico della pelle, su cui proliferano i batteri, mentre gli igienizzanti limitano solamente la proliferazione microbica e rendono ostile l’ambiente cutaneo alla persistenza/proliferazione di germi.

CONSIGLI PER LAVARSI LE MANI CORRETTAMENTE

Le mani vanno lavate frequentemente: ogni volta che si tocca un oggetto potenzialmente contaminato e comunque prima di portarle alle mucose (mani e bocca). Solo così è possibile evitare il contagio. Ma non basta: bisogna farlo bene.

Come? Dopo averle bagnate e cosparse con un normale sapone che si trova al supermercato, bisogna strofinare i palmi (immagine 2), quindi incrociare le dita (immagine tre) e intrecciarle (immagine 4) e infine opponendo i palmi (immagine 5). Senza mai dimenticare il pollice. Un’operazione che deve durare almeno 30-40 secondi per essere compiuta in modo corretto ed efficace. Nulla di complicato, ma per spiegarci meglio abbiamo inserito l’immagine che trovate qui sotto.

Vi ricordiamo inoltre che i consigli di strofinamento indicati dai punti 2 al 4 vanno utilizzati anche quando si puliscono le mani con Amuchina e igienizzanti idroalcolici.

Consigli per lavarsi correttamente le mani

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, TUTTA LA LOMBARDIA E’ ZONA ROSSA FINO AL 3 APRILE: DIVIETI

🔴 CORONAVIRUS, CHI PUO’ CIRCOLARE E CHI NO IN LOMBARDIA

🔴 CORONAVIRUS: SCUOLE CHIUSE FINO AL 15 MARZO

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS

🔴 INFORMAZIONI UTILI SUL CORONAVIRUS

🔴 112 IN DIFFICOLTA’: NON CHIAMATE PER CHIEDERE INFORMAZIONI

🔴 DICIAMO GRAZIE A MEDICI E INFERMIERI BRESCIANI

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

6,00€
12,00
disponibile
3 nuovo da 6,00€
18,80€
disponibile
3 nuovo da 12,99€
Ultimo aggiornamento il 20 Ottobre 2020 08:59

Comments

comments

2 Commenti

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome