Animali domestici tra trasloco e casa nuova: i consigli per i quattro zampe

Apportare dei cambiamenti nella vita fa bene, ma come reagiscono i nostri cuccioli di casa davanti ad un trasloco? Per non traumatizzare i nostri animali domestici è importante porre le giuste attenzioni ai loro in questi momenti così particolari

0
foto da ufficio stampa

Gli animali domestici portano molta allegria in casa, fino a diventare membri effettivi del nucleo familiare. Apportare dei cambiamenti nella vita fa bene, ma come reagiscono i nostri cuccioli di casa davanti ad un trasloco? Per non traumatizzare i nostri animali domestici è importante porre le giuste attenzioni ai loro in questi momenti così particolari.

La fase del trasloco

Il cambiamento per un cane può essere stressante, proprio come per le persone. Il cane, nel vedere degli estranei che entrano ed escono da casa e che toccano le nostre cose, potrebbe diventare particolarmente irrequieto. In questo momento quindi si può distrarre il nostro amico a 4 zampe con i suoi giochini, oppure sarebbe meglio chiuderlo in una stanza così da non fargli percepire il caos intorno. Un’altra opzione, durante la fase del trasloco, è quella di lasciarlo per qualche ora da un parente o un conoscente così da non stressarlo. È importante tenere sempre a portata di mano tutti i suoi giocattoli e oggetti preferiti e, soprattutto, non lavarli in modo tale da fargli riconoscere il suo odore, questo servirà a tranquillizzarlo. Una volta giunti nella nuova casa lasciatelo esplorare, in fin dei conti i cani sono animali territoriali.

L’universo dei gatti è composto in prevalenza da una routine che, nel momento in cui viene a mancare, provoca molta agitazione nel felino. Ecco perché durante tutta la fase di trasloco è importante lasciare il gatto chiuso in una stanza in cui può stare tranquillo e in cui non arrivino rumori molesti. Nel caso in cui non fosse possibile si può mettere dentro il trasportino e coprirlo con un lenzuolo così da far entrare meno luce e attutire il trambusto intorno. I gatti, essendo animali abitudinari, avranno bisogno di molto più tempo, rispetto ad un cane, per adattarsi ai nuovi ambienti, quindi non forzatelo e vedrete che nel giro di qualche settimana andrà in giro per casa come se nulla fosse.

Vista l’importanza di questo momento così delicato per i nostri amici a quattro zampe, è bene ricordare che esistono alcune aziende specializzate nel trasporto degli animali, come Blisspets ad esempio. Il benessere dei nostri amici è fondamentale e, per entrambi questi stupendi animali, dargli le giuste attenzioni diventa imprescindibile.

L’arrivo nella nuova casa

Come abbiamo già detto, per il cane il cambiamento può risultare meno traumatico rispetto ad un gatto. Una volta giunto nella nuova casa lascialo esplorare, crea per lui uno spazio in cui riporre la sua cuccia e alcuni dei suoi giochi preferiti e infine portalo a sondare il mondo esterno, il nuovo quartiere e il vicinato.

Il mondo dei felini, invece, richiede più tempo nell’adattamento dei nuovi ambienti. Dopo aver finito il trasloco lascia il tuo micio in una stanza chiusa, lontano da rumori o potenziali pericoli, in questo modo piano piano riuscirà ad abituarsi al nuovo ambiente. L’importante è non dimenticare di mettere nella sua stanza la lettiera, le ciotole per l’acqua ed il cibo, la sua cuccia con la copertina preferita e qualche giocattolo. Non preoccuparti se inizialmente si infilerà in tutti gli angoli più bui della stanza, è il suo istinto naturale, ma dopo qualche giorno vedrai che inizierà ad essere più socievole.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome