Amore in quarantena: come cambiano i rapporti e come non soffrire

Il coronavirus non ha cambiato soltanto le abitudini legate al lavoro e agli acquisti digitali, ma anche quelle legate alla sfera amorosa

0
FOTO DA UFFICIO STAMPA

Il coronavirus non ha cambiato soltanto le abitudini legate al lavoro e agli acquisti digitali, ma anche quelle legate alla sfera amorosa. Oramai abituati ad avere pronto tutto e subito, fra social specializzati negli incontri e app sulla medesima falsariga, la quarantena e l’isolamento hanno spinto gli italiani verso una vera e propria crisi di rapporti sociali.

Già una normale relazione a distanza presuppone molti sacrifici e tanto stress, figurarsi quando gli unici rapporti che possiamo intrattenere iniziano e terminano fra le maglie della rete. Vediamo quindi come affrontare questa “quarantena dell’amore”, e come farlo senza soffrire.

Cambiano i rapporti amorosi, anche ai tempi del virus

Troppo distanti o troppo vicini: non esistono vie di mezzo, per l’amore ai tempi del coronavirus. La reclusione forzata ha infatti costretto gli italiani in situazioni che vanno da un estremo all’altro. In sintesi, c’è chi deve condividere ogni singolo secondo della propria quotidianità con il partner, e chi invece da oltre un mese non riesce a vedere il proprio fidanzato o la propria fidanzata. In ogni caso, il nervosismo latente può esplodere da un momento all’altro, perché il troppo storpia, sia nelle prime che nelle seconde circostanze.

In un modo o nell’altro, dunque, alla fine si soffre per amore (troppo, o troppo poco, è questione di contesto). Basta analizzare le coppie che convivono, e che all’improvviso si ritrovano H24 gomito a gomito, esasperando magari quei problemi che prima non emergevano, perché ognuno poteva divincolarsi con le proprie libertà. La parola d’ordine è dunque saper gestire lo stress in questa situazione del tutto anomala. E poi si arriva alle coppie separate a forza dalla quarantena, che soffrono come non mai la solitudine e la mancanza della dolce metà, fra ansie e paure.

Principali problemi e soluzioni pratiche

La distanza può mettere facilmente in crisi una relazione, quindi i timori sono giustificati, ma ci sono dei modi per evitare che ciò accada. Innanzitutto occorre comunicare molto, per chiarire eventuali “sassolini” rimasti nelle scarpe, evitando però di forzare la mano. Questo serve soprattutto per porre rimedio ad uno dei problemi che principalmente fanno scoppiare una coppia, ovvero la gelosia.

Attenzione però anche al problema opposto, ovvero quello del non avere più argomenti di discussione o cose da dire. Il rischio è quello di apparire noiosi o poco interessati a sostenere una conversazione. Per scongiurare questo rischio e mantenere “in salute” la propria relazione è possibile leggere alcuni articoli sul web, come questo che spiega di cosa parlare con una ragazza, così da capire quali sono quelle tematiche evergreen per mantenere sempre viva la discussione ed evitare sia di toccare temi poco interessanti, sia di finire in un momento di stallo.

Chi invece è costretto a condividere ogni spazio con il partner, senza essere ancora pronto, può trovare nella complicità la migliore panacea per lo stress e per la sensazione di soffocamento. In sintesi, le cose vanno fatte insieme, senza cedere alla routine quotidiana, dunque aggiungendo anche un pizzico di eros e di fantasia al rapporto. Infine, l’ultimo consiglio per le coppie a distanza: approfittarne per programmare un bel viaggio romantico.

 

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome