Reddito di cittadinanza, Lorenzoni (Lega): vadano a lavorare nei campi

Lorenzoni: "Continueremo a ribadire la priorità di impiego dei disoccupati percettori di reddito di cittadinanza in agricoltura, anziché l’arruolamento a manodopera estera a basso costo"

1
Eva Lorenzoni, Lega
Eva Lorenzoni, Lega

“Creare le condizioni per rendere Reddito di Cittadinanza utile all’, togliere alibi a chi crede sia un bonus”, è questo il titolo del comunicato inviato dalla deputata leghista bresciana , membro della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati.  

“Abbiamo chiesto al presidente di Anpal, in audizione in commissione Lavoro – si legge nella nota – l’implementazione della piattaforma Anpal perché si possa meglio incrociare la domanda e l’offerta di lavoro nel settore agricolo, in particolare per l’impiego nel settore primario, in forte bisogno di manodopera, di chi percepisce il Reddito di cittadinanza”.

“Per come è impostato oggi il Reddito di cittadinanza – chiarissce Lorenzoni – ai percettori è concessa la facoltà di declinare l’offerta se non viene ritenuta congrua a livello di stipendio mensile. Il problema però è che, per quanto riguarda il mondo agricolo, spesso le richieste sono attinenti a giornate di lavoro. Tenuto conto quindi delle difficoltà del periodo nel reperire manodopera per un settore fondamentale, specie Province a forte vocazione agricola come quella di Brescia, riteniamo assurdo e immotivato questo sistema. La nostra richiesta quindi è andata nella direzione di rimodulare il principio dell’offerta congrua, portandolo da mensile ad oraria. In questa maniera si toglierebbe qualsiasi possibili alibi a chi ritiene che il Reddito di cittadinanza sia una specie di bonus da tenersi ben stretto e si risponderebbe alle richieste di un ambito, l’agricoltura, con un fortissimo fabbisogno, specie con l’approssimarsi della stagione estiva. Purtroppo però – conclude l’esponente del Carroccio – le risposte ottenute dal vertice di Anpal sono state balbettanti ed evasive, scaricando la scelta sui decisori politici. Da parte nostra, continueremo a ribadire la priorità di impiego dei disoccupati percettori di reddito di cittadinanza in agricoltura, anziché l’arruolamento a manodopera estera a basso costo, con il doppio obiettivo di ridare dignità al settore agricolo e un’opportunità di occupazione, anche a emergenza terminata, ai nostri disoccupati”.

BSNEWS BRESCIA TV: GUARDA LA NOSTRA VIDEO-INTERVISTA AL SINDACO DI BRESCIA EMILIO DEL BONO

(se il video presenta interruzioni dovute all’aggiornamento della pagina potete guardarlo direttamente su YouTube a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=d_eudbUy1fU)

, CHIEDIAMO TAMPONI PER TUTTI PER FERMARE IL CONTAGIO! FIRMATE LA NOSTRA PETIZIONE

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS

🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

🔴 L’INCHIESTA: MASCHERINE FINITE? GLI OSPEDALI NON SANNO CHE POSSONO RIGENERARLE…

🔴 CORONAVIRUS: OBBLIGATORIO COPRIRSI CON MASCHERINA O ALTRO QUANDO SI ESCE DI CASA

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, TUTTA LA LOMBARDIA E’ ZONA ROSSA FINO AL 3 APRILE: DIVIETI E NUOVI DIVIETI DEL 20 MARZOLA PROROGA FINO AL 13 APRILE DECISA DAL GOVERNO

🔴 CORONAVIRUS, CHI PUO’ CIRCOLARE E CHI NO IN LOMBARDIA

🔴 CORONAVIRUS, SCARICA IL NUOVO MODULO PER L’AUTOCERTIFICAZIONE (VERSIONE 4)

🔴 CORONAVIRUS: SCUOLE CHIUSE FINO AL 15 MARZO

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO

🔴 CORONAVIRUS, I DATI DEI MORTI BRESCIANI GIORNO PER GIORNO

🔴 CORONAVIRUS: IDENTIKIT DEI SOGGETTI A RISCHIO (FONTE ISS)

🔴 DICIAMO GRAZIE A MEDICI E INFERMIERI BRESCIANI

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

19,00€
disponibile
5 nuovo da 12,99€
Ultimo aggiornamento il 16 Ottobre 2020 12:48

 

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ricerca pubblicata oggi: circa 21 milioni di persone stanno vivendo in Italia questo momento di emergenza con serie difficoltà economiche, di cui la metà (oltre 10 milioni) con un reddito quasi nullo. Mi sa, cara giovanissima onorevole leghista, che le cose sono un tantino più complicate. Si impegni per dirci, Lei che è in Commissione Lavoro, quali altre soluzioni le vengono in mente…

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome